Anticipazione bancaria: ecco la guida aggiornata 2019

0
458
richiedere denaro in prestito con anticipazione bancaria

Condividi questo articolo!

Hai cercato su Google anticipazione bancaria? Perfetto! Questo è il posto che fa per te.

Infatti, nella nostra guida aggiornata parliamo di un altro interessante argomento. Le questioni che lo riguardano vanno oltre al semplice aspetto economico. In cosa consiste l’anticipazione bancaria? Qual è la storia di questa forma di credito? Come si caratterizza l’anticipazione bancaria in Italia? Quali sono le diverse tipologie? Queste sono soltanto alcune delle domande alle quali potrai trovare risposta in questo articolo, buona lettura…

anticipo di denaro in cambio di un pegno

Cosa sono i contratti bancari?

I contratti bancari sono stipulati dall’istituto stesso e sono finalizzati alla prestazione di un servizio o all’erogazione di un credito. Nascono da figure contrattuali tradizionali, come il mutuo o il deposito, che vengono adattate alle peculiarità delle attività bancarie. I contratti bancari risultano funzionali a tre tipologie di operazioni:

  • passive
  • attive
  • bancarie.

Le prime riguardano la raccolta di capitali presso un gruppo di risparmiatori. Le seconde si riferiscono, invece, alla ridistribuzione del capitale. Infine, le ultime sono operazioni a carattere finanziario o strumentale che le banche svolgono a favore della propria clientela.

Cos’è un anticipazione bancaria?

denaro in prestito

L’anticipazione bancaria è un contratto attraverso cui la banca corrisponde al cliente una somma di denaro in cambio di una garanzia. Una delle caratteristiche principali di questa forma contrattuale, consiste nella conservazione di proporzionalità tra il credito che viene concesso e la garanzia pignoratizia.

Dunque, se la garanzia dovesse diminuire, la banca può richiedere al debitore un supplemento di garanzia. Ciò viene fatto per ristabilire il criterio di proporzionalità. Se questo viene rispettato, la banca può procedere alla vendita dei titoli o delle merci ed ha il diritto all’immediato rimborso del credito residuo non soddisfatto con il ricavato della vendita.

Anticipazione bancaria come funziona?

L’anticipo di tipo bancario è un’ operazione molto simile all’apertura di un credito. Infatti, pure in questo caso il soggetto ha la possibilità di disporre di una somma. Il vantaggio principale consiste nel fatto che richiedendo un’anticipazione bancaria, non è necessario specificare le modalità e i tempi di utilizzo della somma ricevuta in prestito.

Il cliente, in sostanza, non fa altro che dare in pegno dei titoli alla banca e in cambio riceve un prestito. Nel caso in cui al termine del periodo previsto dal contratto non venga saldato il debito, quanto dato impegno può essere messo in vendita.

Cos’è il credito su pegno?

Si tratta di una forma contrattuale che può essere considerata l’antecedente storico dell’anticipazione bancaria. Infatti, si distingue da essa solo per il fatto che quest’ultima è basata su titoli di credito mentre il pegno su beni materiali. La differenza tra le due tipologie non è netta.

In passato sono esistite organizzazioni, come ad esempio i Magazzini Generali, che rilasciavano note di deposito o fedi di credito. Questi erano in sostanza titoli rappresentativi di un bene che poteva essere ad esempio la lana, il cotone o il grano. Se vuoi scoprire altre forme di prestito, ti consigliamo di leggere anche questo articolo intitolato come richiedere un prestito a fondo perduto.

Le principali tipologie di anticipazione bancaria

Per quanto riguarda le anticipazioni bancarie, sono due le tipologie esistenti. La prima consiste nell’anticipazione bancaria a scadenza fissa. In questo caso la banca si obbliga a versare al cliente l’intera somma nel momento in cui viene sottoscritto il contratto. Il cliente, a sua volta, è obbligato a restituire alla scadenza prefissata la somma ricevuta. Comunque, si ha la possibilità di restituire in anticipo il debito. Al termine del prestito il pegno deve essere restituito.

La seconda, invece, è l’anticipazione in conto corrente con la quale la banca si obbliga a tenere a disposizione del cliente una certa somma stabilita in precedenza. Il cliente ha la possibilità di utilizzare l’importo ricevuto in tempi diversi. Una volta terminato il contratto quanto ricevuto in pegno deve essere restituito dalla banca.

Come si conteggiano gli interessi dall’anticipazione bancaria

Le due forme di anticipazioni bancarie descritte in precedenza si distinguono principalmente per il modo in cui vengono conteggiati gli interessi. Nel caso della scadenza fissa, gli interessi vengono calcolati in anticipo, a conclusione del contratto e sull’intero ammontare del prestito. Nella modalità in conto corrente, invece, gli interessi vengono calcolati dopo e riguardano solo la liquidazione trimestrale del conto corrente e calcolati sull’effettivo utilizzo della somma ricevuta in prestito.

Credito al consumo: le diverse tipologie

Secondo quanto indicato nel Testo Unico Bancario, il credito al consumo è la concessione di un finanziamento da parte di una società finanziaria o di un istituto bancario a una persona fisica. Il rimborso avviene in forma rateale, attraverso pagamenti periodici con un valore costante. Oltre alla quota dovuta, bisogna aggiungere gli interessi. Le forme di credito al consumo oggi disponibili sono quattro:

  • prestito personale
  • prestito finalizzato
  • cessione del quinto dello stipendio o pensione
  • carta di credito revolving.

Prestito personale

Il prestito personale è un tipo di finanziamento che non prevede una finalità determinata. Viene erogato direttamente a favore del cliente ed è rimborsabile a rate. La somma prestata è compresa tra i 200 e 75000 euro per una durata massima di 10 anni.

Prestito finalizzato

Il secondo tipo è finalizzato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico. Viene erogato in favore del venditore di beni o servizi e prevede un tasso di interesse fisso. Il rimborso avviene attraverso rate mensili.

Cessione del quinto

Il terzo prevede la cessione mensile di un quinto del proprio stipendio o pensione netti.

Per ulteriori informazioni, leggi come funziona la cessione del quinto.

Carta di credito revolving

L’ultimo prevede la messa a disposizione del cliente di una somma definita fido. Questa può essere utilizzata a discrezione del cliente, a patto che venga restituita tramite rimborsi periodici.

In tempi come quelli attuali, caratterizzati dalla crisi economica, sempre più persone sono costrette a richiedere in prestito somme di denaro per affrontare le spese. Le forme di finanziamento oggi disponibili sono numerose e adatte alle diverse situazioni. Se vuoi scoprire anche nuovi modi per investire i tuoi risparmi, ti consigliamo la letture di questi due ebook intitolati:

Ora che sai in cosa consiste l’anticipazione bancaria non devi fare altro che valutare se si tratta della soluzione adatta a te.