Aprire un conto estero online: tutto quanto c’è da sapere

0
1374
aprire conto estero online

Condividi questo articolo!

Se sei interessato all’argomento “aprire conto estero online“, questo è l’articolo che fa per te.

Leggendolo, infatti, scoprirai non solo con quali modalità è possibile conservare i tuoi risparmi in una banca estera, ma anche quali sono le regole da rispettare e le migliori opportunità offerte dagli altri Paesi.

Aprire un conto estero online: l’aspetto legale

Per prima cosa, va detto che aprire un conto all’estero è del tutto legale. Le leggi vigenti e le regole fiscali nel nostro Paese, infatti, prevedono questa eventualità. Non esistono, quindi, impedimenti all’apertura di un conto corrente all’estero e il denaro legittimamente posseduto può essere gestito come si preferisce, senza quindi nessun tipo di ostacolo. Si tratta, infatti, di un diritto sancito dalla stessa Comunità Europea che, al riguardo, stabilisce quanto segue:

Tutti i cittadini di uno Stato appartenente alla Comunità hanno il diritto di aprire un conto corrente bancario in qualsiasi altro Stato membro ed anche in Istituti finanziari di Paesi non appartenenti all’UE.

Ovviamente, ciò deve avvenire in ottemperanza delle normative vigenti nei differenti Stati in cui opera la banca prescelta. Al contrario, il mancato rispetto della normativa fiscale, rende rischiosa l’apertura di un conto all’estero, e può prevedere sanzioni per riciclaggio o per evasione fiscale.

Una possibilità utilizzata da molti risparmiatori

Rivolgersi a una banca estera per aprire un conto online, del resto, è una possibilità utilizzata da molti italiani che lavorano o vivono temporaneamente fuori dal Paese per vari motivi. Per i cittadini italiani in possesso di un conto corrente estero, naturalmente, c’è l’obbligo di registrare nella dichiarazione dei redditi le somme depositate. In particolare, il quadro RW della Dichiarazione dei Redditi.

Una delle principali motivazioni che, di solito, spinge ad aprire un conto corrente estero online, comunque, è rappresentata dalla ricerca di rendimenti più alti rispetto a quelli garantiti in Italia e, anche, spese minori. Un modo, in fin dei conti, di tutelare i propri risparmi e il proprio patrimonio, soprattutto in momenti di difficoltà finanziaria del proprio Paese di origine.

Tra i Paesi più indicati per una simile operazione c’è la Germania, mentre in generale è sempre bene valutare lo Stato in cui si vanno a collocare i propri risparmi, in relazione alla sua solidità economico-finanziaria.

Conto corrente estero online

Come aprire un conto estero online

Per prima cosa, va detto che aprire un conto corrente estero è un’operazione piuttosto complicata, se non si ha la residenza nel Paese prescelto. In questo caso, viene richiesto di recarsi nello Stato in cui opera la banca prescelta, avviando le pratiche per ottenerne la residenza, in ottemperanza anche alle normative vigenti in materia di antiriciclaggio. Accendere un conto estero online, invece, elimina questa eventualità: la residenza non è richiesta.

Per avviare la procedura è, prima di tutto, necessario dimostrare di essere in possesso di una fonte di reddito lecita e documentata dalla dichiarazione dei redditi. Per aprire un conto corrente online all’estero, comunque, è piuttosto semplice anche se prevede alcuni aspetti che differiscono da quelli vigenti nel nostro Paese.

Tuttavia, la sottoscrizione online, da eseguirsi sul sito della banca prescelta, è generalmente facile e rapida. In genere, nella compilazione del form viene richiesto anche il motivo dell’apertura del conto e la posizione finanziaria. La banca, una volta effettuati i controlli del caso, comunica l’effettiva apertura del conto, che viene attivato con un deposito iniziale tramite bonifico bancario.

Documenti occorrenti

Al momento della sottoscrizione sono richiesti:

  • Documento d’Identità valido in zona UE

  • Carte di credito del conto italiano

  • Quadro RW della Dichiarazione dei Redditi.

Le banche estere sono spesso decisamente meno costose di quelle italiane

Conti correnti esteri online: come funzionano

Tutte le somme di denaro trasferite sul conto estero on line devono, naturalmente, essere di provenienza lecita, e sono soggette al controllo dell’Amministrazione finanziaria.

Il conto corrente estero online consente di effettuare e ricevere bonifici, gestire una carta prepagata per il prelievo presso ogni tipo di sportello bancomat, e anche di effettuare acquisti in rete o pagamenti tramite POS. Ovviamente, col vantaggio di poter svolgere tutte le tue operazioni comodamente a casa propria, in Italia.

Come scegliere le banche online all’estero

Il consiglio degli esperti è quello di rivolgersi ad una banca che sia operativa anche in Italia. Tuttavia, sappiamo bene che le banche estere costituiscono un’attrattiva proprio per essere, in molti casi, decisamente meno costose. Come, ad esempio, la tedesca DKB, banca famosa per il suo conto online completamente gratuito. Questa è una tendenza che caratterizza sempre più l’offerta relativa ai conti correnti online esteri.

Conto estero online: i vantaggi

Come anticipato, il vantaggio più evidente che viene dal sottoscrivere un conto estero online, è quello di diminuire sensibilmente le spese rispetto ai conti italiani. Inoltre, si tratta di conti che possono essere aperti anche senza la residenza all’estero, e questa è una possibilità che rende tutta l’operazione decisamente più facile. Le carte prepagate cui si può accedere, poi, sono estremamente comode e si distinguono per limiti di prelievo piuttosto alti.

Si conclude qui questo “viaggio” nel mondo dei conti esteri online, che ti offre un quadro d’insieme delle procedure e delle modalità necessarie per aprirne uno e gestirlo stando comodamente a casa tua.

E, a questo proposito, ti suggeriamo altri due articoli che potranno aiutarti nell’approfondire le tue conoscenze in tema di conti bancari. A partire da questo articolo dedicato ai conti correnti online e al loro confronto, che ti servirà sicuramente per saperne di più e scegliere il conto corrente online più adatto alle tue necessità e alle tue esigenze.

L’altro, invece, è dedicato alla possibilità di trasferimento del conto corrente bancario e a tutte le informazioni relative a quello che è un vero e proprio diritto del consumatore. Le banche, infatti, devono garantire il servizio di trasferimento del conto corrente in totale libertà, proprio per un preciso obbligo attualmente in vigore. Scoprirai, quindi, che il cliente deve essere sempre messo nelle condizioni di trasferire il proprio conto da un istituto bancario all’altro e con una tempistica ben precisa.