Banche più sicure in Svizzera: ecco tutto quello che devi sapere!

0
6704
banche più sicure in svizzera città

Condividi questo articolo!

Vuoi sapere quali sono le banche più sicure in Svizzera? Bene, se anche tu vuoi approfondire questo argomento e scoprire tutte le caratteristiche di quelle che ad oggi sono considerate le banche più sicure del mondo, allora questo articolo fa certamente al caso tuo.

Banche più sicure in Svizzera: parliamo di sicurezza

Prima di tutto iniziamo con il definire il concetto di sicurezza. Cosa si intende? È importante sapere che quando parliamo di sicurezza non si vuol parlare di conti segreti o di banche “discrete”. Quello di cui parliamo sono banche considerate affidabili!

Le banche presenti sul territorio svizzero, per operare, hanno innanzitutto bisogno di una licenza che viene rilasciata dalla FINMA. Si tratta dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, che disciplina e sorveglia il lavoro di ogni istituto bancario. Ogni banca, infatti, ha l’obbligo di onorare determinati requisiti patrimoniali e specifiche regole comportamentali.

A quanto detto si aggiunga che in Svizzera, così come avviene in Italia e in Europa, vi è un fondo che tutela i depositi. Le banche svizzere, infatti, devono aderire alla Convezione delle banche e dei commercianti di valori mobiliari svizzeri relativa alla garanzia dei depositi.

Cosa vuol dire questo? Significa che nel caso in cui la FINMA disponga della liquidazione forzata di una banca, le altre devono concedere dei fondi al fine di rimborsare, il più velocemente possibile, i depositi. Questi ultimi sono garantiti fino ad un massimo di 100.000 CHF (Franco Svizzero).

Oltre alla Convenzione, i depositi bancari sono garantiti anche dai Cantoni senza alcun limite di importo (ricorda: ogni Cantone ha la sua banca).

migliori banche svizzere

Parliamo di fallimento: le banche svizzere possono fallire?

Considera questo adesso… Quando parliamo di banche più sicure in Svizzera dobbiamo per prima cosa sfatare un mito, ovvero che le banche svizzere non possano fallire. La realtà è ben diversa e già negli ultimi anni alcuni piccoli istituti sono entrati in concordato preventivo o fallimentare. Come risaputo, questo procedimento può degenerare in liquidazione della stessa banca.

Certamente anche la Svizzera non fa eccezione e alcuni istituti, più che fallire, hanno optato per la chiusura. Quindi possiamo tranquillamente dire “nulla di grave”, se non consideriamo il disagio del trasferimento delle pratiche ad un altro istituto.

Vuoi aprire un conto corrente in Svizzera?

Per i residenti in Italia o in un altro Paese, aprire un conto corrente in Svizzera è semplice e legale, ma è al contempo una procedura certamente rigorosa. Per farlo è importante:

  • rispettare gli obblighi connessi alla denuncia del saldo conto nella propria dichiarazione dei redditi
  • versare le imposte dovute sulle attività finanziarie svolte all’estero.

Per aprire un conto corrente è necessario essere maggiorenni e in possesso di un documento di identità (Carta d’Identità/Passaporto). Dopo un colloquio preliminare con il soggetto interessato, le banche e la Posta Svizzera hanno il diritto di accettare o meno il potenziale cliente. Ad esempio, in caso di dubbia provenienza del fondo da depositare, le banche non possono accettare per legge il denaro che proviene da attività considerate criminali.

Ma non è tutto… Dopo un primo incontro formale, la banca richiede al cliente diversi documenti volti a testimoniare e verificare che il soggetto in questione sia attendibile e che la sua “reputazione” finanziaria sia impeccabile. Ecco quali sono i documenti da consegnare al proprio consulente bancario:

  • Carta d’Identità o Passaporto valido

  • Documenti che possano certificare la provenienza del proprio patrimonio.

Acquisiti questi primi importanti documenti, la banca inizia l’iter di controllo sul cliente, indagando per quanto possibile sull’origine del capitale e sui futuri e potenziali investimenti. I clienti non residenti in Svizzera per aprire un conto devono inoltre tenervi depositato una somma di denaro minima. Questo accade per le norme sempre più severe in fatto di trasparenza e gestione dei conti, fattore al quale le banche svizzere sono molto attente.

Si può aprire un conto corrente online in Svizzera?

Ora guarda questo… È una domanda che molte persone in cerca delle banche più sicure in Svizzera si pongono. È possibile aprire un cono corrente online in Svizzera? Sembra di no, ma si possono chiedere informazioni, fissare un appuntamento conoscitivo e informativo e ancora sapere cosa è necessario fare per avere un conto corrente lì.

Purtroppo l’identificazione online dei clienti non è ancora attiva. Sulla base di quanto prescritto dalla Convenzione relativa all’obbligo di diligenza delle banche, la verifica dell’identità di un soggetto avviene tramite consegna di una copia autenticata del documento di riconoscimento in corso di validità.

L’invio della copia spetta ad una succursale della banca, ad un intermediario o ancora a un notaio o comunque da un pubblico ufficiale incaricato di confermare l’identità del soggetto in questione. Oltre a ciò, la banca verifica il domicilio ma anche la residenza del richiedente grazie all’invio per mezzo posta dei documenti necessari.

Quali sono i vantaggi di un conto corrente svizzero?

Ecco un’altra cosa… Quando parliamo di banche più sicure in Svizzera è importante farsi un’idea di quelli che possono essere i vantaggi. Questi sono numerosi e adesso ti elencheremo i principali:

  • Accredito dello stipendio

  • Trasferimento di capitale con provenienza sicura

  • Possibilità di usufruire di una carta di credito con validità mondiale

  • Facoltà di svolgere attività di internet banking con valute differenti

  • Deposito del proprio capitale in una banca sicura, vigilata dalla FINMA.

mazzo di soldi 10 20 50 100 200 500 euro

Migliori banche svizzere: i conti correnti sono sottoposti a tassazione?

I cittadini (persone fisiche) residenti in Italia, da quando è in vigore l’IVAFE, l’Imposta sul Valore delle Attività detenute all’Estero, devono versare allo Stato italiano un’imposta nel caso in cui posseggano all’estero:

  • Conti correnti

  • Libretti di risparmio

  • Prodotti finanziari.

Nel caso dei conti correnti svizzeri il cittadino non soltanto deve pagare la sopracitata tassa ma è chiamato a compilare il quadro RW Unico nella sua dichiarazione dei redditi, per regolarizzare la sua posizione con il fisco italiano.

Bene, siamo giunti al temine di questa piccola guida sulle banche più sicure in Svizzera. Ti consigliamo di valutare attentamente i pro e i contro, al fine di garantirti la scelta migliore! Per altre news e consigli continua a seguirci… Nel frattempo, dai un’occhiata anche a quali sono i conti correnti più convenienti!