Carta di credito rubata e utilizzata: scopri subito cosa fare

0
4006
carta di credito rubata e utilizzata portafoglio

Condividi questo articolo!

Carta di credito rubata e utilizzata: ecco tutti i dettagli…

Ecco cosa fare nel caso di furto o smarrimento della carta

Hai cercato su Google “carta di credito rubata e utilizzata”? Benissimo! Questo è il posto giusto per te. Infatti nella nostra guida aggiornata prendiamo in esame questo argomento che interessa sempre più persone. I quesiti che riguardano la tematica vanno oltre il semplice aspetto economico? Come funziona una carta di credito? Quali sono gli altri strumenti per il pagamento elettronico disponibili? Queste sono solo alcune delle domande alle quali potrai trovare risposta all’interno di questo articolo, buona lettura.

Carta di credito rubata: cosa fare?

carta di credito rubata e utilizzata arancioneQuando si incorre nella brutta esperienza della carta di credito rubata e utilizzata è necessario per prima cosa rivolgersi all’ente che l’ha emessa per bloccarla.

Le modalità sono differenti nel caso in cui una persona si trova all’estero o in Italia. In questo caso si deve contattare un numero verde. In alternativa ci si può recare a uno degli sportelli della banca, che provvede a renderla inattiva.

Secondo la legge numero 11 del 27/1/2010 nel caso in cui la carta sia stata usata, la spesa massima dell’utente è di 150 euro. Questo se il denaro è stato usato prima del blocco. Nell’altro caso viene risarcita l’intera somma. La clonazione delle carte di credito purtroppo è un fenomeno in contino aumento.

Questo infatti va di pari passo con la diffusione dell’utilizzo della moneta elettronica. Le tecniche utilizzate per queste operazioni sono molteplici e spesso complicatissime. Per questo è consigliabile prestare attenzione alle operazioni presenti sull’estratto conto.

Come funziona se una carta viene utilizzata senza autorizzazione?

Dunque il cliente che si trova nella situazione di una carta di credito rubata e utilizzata, deve, dopo avere avvisato la banca, presentare denuncia alle autorità competenti entro le 48 ore successive all’accaduto. Molto importante è ricordare di portare con sé l’estratto conto per avere a disposizione le coordinate dell’operazione fraudolenta. Una volta compiuta anche questa operazione è necessario compilare un apposito modulo per richiedere il rimborso alla banca. Questo va inviato all’ente emittente a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.

Le principali truffe

carta di credito rubata e utilizzata truffeOggi con il progressivo affermarsi dell’e-commerce la carta di credito è diventata ancora di più indispensabile. Questo però mette l’utente nella condizione di esporsi al tentativo di furto. Al giorno d’oggi infatti il modo più comune attraverso cui si effettuano furti sulle carte di credito è la rete. La normativa attualmente in vigore riguardo le truffe online prevede che la responsabilità non ricada sul possessore se la banca ha richiesto il controllo d’identità. Il consiglio è quello di cambiare spesso la password impiegata per queste operazioni.

Per quanto riguarda invece le operazioni materiali che si possono effettuare con la carta di credito le principali tipologie di truffe praticate sono tre. Queste sono:

  • Skimming
  • Trashing
  • manomissione elettronica del POS.

Il primo consiste nell’istallazione di dispositivi sullo sportello di prelievo. Questi permettono di ottenere i dati più importanti riguardanti la carta. Il secondo invece consiste nel recupero di scontrini e ricevute per risalire ai dati sensibili della carta. L’ultimo invece è la manomissione del dispositivo che consente di effettuare le transazioni attraverso la carta.

Come funziona se una carta viene utilizzata senza autorizzazione?

Dunque il cliente che si trova nella situazione di la carta di credito rubata e utilizzata deve, dopo avere avvisato la banca, presentare denuncia alle autorità competenti entro le 48 ore successive all’accadimento.   Molto importante è ricordare di portare con sé l’estratto conto per avere a disposizione le coordinate dell’operazione fraudolenta. Una volta compiuta anche questa operazione è necessario compilare un apposito modulo per richiedere il rimborso alla banca. Questo va inviato all’ente emittente per via di raccomandata con ricevuta di ritorno.

Come vengono protetti gli acquisti online?

Una delle forme maggiormente diffusa di frode nei confronti delle carte di credito avviene durante gli acquisti online. Per proteggere l’utente da questi tentativi di furto i circuiti di pagamento hanno istituito alcuni sistemi di protezione. Questi consentono di acquistare in rete in modo sicuro. Mastercard utilizza il sistema chiamato Secure code. Prima di concludere l’acquisto viene richiesto al cliente di inserire un numero di riconoscimento. Invece vis usa il sistema Verified by Visa che funziona nello stesso modo.

Le modalità di rimborso previste per le carte di credito

Chi intende conoscere le modalità di rimborso previste dalla propria carta deve recarsi presso uno degli sportelli dell’istituto bancario che l’ha emessa o sul sito internet. Qui è possibile ricevere tutte le informazioni necessarie riguardo alla procedura che si deve seguire per ricevere appunto il rimborso in caso di furto. Generalmente l’operazione è piuttosto semplice e veloce. le modalità variano anche a seconda del circuito di pagamento di cui fa parte la carta utilizzata. Inoltre si deve presentare anche la denuncia fatta alle autorità.

La differenza tra carta di credito e bancomat

Il bancomat e la carta di credito sono due sistemi di pagamento molto simili ma che presentano alcune differenze. La prima riguarda la disponibilità del denaro sul conto corrente. Nel caso del bancomat è possibile eseguire una transazione solo se si dispone dei soldi sul conto. La carta invece consente di pagare in ogni caso. Le spese vengono addebitate a una data precisa stabilita dal contratto. Questa è sempre successiva rispetto al momento dell’acquisto.

Altro aspetto interessante  per chi si trova nella situazione di carta di credito rubata e utilizzata riguarda il fatto che queste prevedono un plafond, ovvero un tetto massimo di spesa oltre al quale non si possono effettuare operazioni. Il bancomat inoltre è solitamente gratuito quando si apre un conto corrente mentre la carta di credito prevede un costo aggiuntivo per prelievi e commissioni. Per ottenere la carta inoltre è necessario presentare un a documentazione e garantire uno stipendio. Sta all’istituto bancario valutare la situazione finanziaria e decidere se concederla o meno.

La diffusione della carta di credito

Al giorno d’oggi è sempre più indispensabile possedere uno strumento il pagamento elettronico. Sono infatti sempre di più le persone che possiedono una carta di credito per poter effettuare acquisti online o anche nei negozi.

La sua diffusione ha portato anche ad un aumento dei furti e dei tentativi di utilizzo da parte di persone non autorizzate  dal titolare della carta.

Se vuoi scoprire altre informazioni sul tema relativo ai sistemi di pagamento elettronico ti consigliamo di leggere anche l’articolo sulle carte di credito clonate online. Inoltre se vuoi scoprire come investire i tuoi risparmi ti suggeriamo questi due ebook intitolati:

  • Investire in oro: da principiante a esperto in 10 step (disponibile a breve).

Ora che conosci come ti devi comportare nel caso di carta di credito rubata e utilizzata sei preparato per affrontare questo problema e puoi affrontare il disagio con maggiore serenità.

Prima di andare via, guarda questo video: