Carte di credito prepagate: ecco le migliori del 2019

0
511
carte di credito prepagate tasca

Condividi questo articolo!

Stai cercando anche tu carte di credito prepagate? Vuoi sapere cosa sono e chi può usufruirne? Bene, questo articolo fa certamente al caso tuo! Oggi parleremo della carta di credito prepagata, con particolare attenzione a quelle che in Italia nel 2019, per aspetti diversi, sono state le migliori! Buona lettura…

Carte di credito prepagate: cosa sono?

Per prima cosa definiamo l’oggetto del nostro articolo, ovvero le carte di credito prepagate. Si tratta di un comune mezzo di pagamento, ad oggi concesso da banche o società di credito, a fronte di un versamento di una cifra da parte di un soggetto. Ciò che distingue e caratterizza queste carte è la possibilità di spendere soltanto il denaro precedentemente versato sulla card stessa. È certamente uno strumento semplice da usare, adatto anche ai più giovani.

Un esempio? Pensiamo agli studenti fuori sede che, in tal modo, possono usufruire in maniera sicura di un sostegno economico da parte della famiglia, per far fronte alle spese quotidiane. E ancora ai minori, per poter dire “Addio vecchia paghetta”, benvenuta prepagata!

Carte di credito prepagate: chi può usarle?

carte di credito prepagate mastercardQuando parliamo di carte di credito prepagate, si pensa subito ai giovani. Ma sono gli unici che possono usufruirne? La risposta è no. Vi sono diverse soluzioni e più categorie che possono essere interessate ad avere una carta di credito, facile e semplice da usare all’occorrenza! Ci riferiamo in particolar modo a:

  • Casalinghe o disoccupati che, come risaputo, non hanno uno stipendio mensile fisso

  • Minorenni, per insegnargli il valore del denaro e come gestirlo in varie occasioni in base alle necessità

  • Cattivi pagatori o protestati. Non tutte le carte, infatti, richiedono un controllo di solidità finanziaria e questo, di fatto, le rende ideali per questi soggetti.

Carte di credito prepagate: occhio al dettaglio!

Ora guarda questo. Quando parliamo di card ricaricabili è importante tenere in considerazione diversi fattori, per cercare di ottenere un prodotto e un servizio che rispecchi perfettamente le tue esigenze! Elenchiamo di seguito gli elementi da tenere in considerazione quando si sceglie la carta di credito prepagata:

  • Costo di attivazione. Chiaramente più il costo è basso, più conviene. Meglio ancora se l’attivazione è gratuita.

  • Rinnovo (canone annuo). Da non sottovalutare, dal momento che si parla di una variazione che oscilla da 0 a 100 euro l’anno. Ovviamente in base alla carta scelta e alle opzioni ad essa legate.

  • Commissioni. Particolare attenzione alle commissioni che possono essere applicate anche ad operazioni consuete, quali: bonifici, pagamenti e prelievi. Ricorda che, in ogni caso, devono essere adeguate al servizio offerto dalla card.

  • Presenza di IBAN. Si tratta di un valore aggiunto, solo ad esempio per il fatto che possono fare e ricevere un bonifico bancario. (Scopri di più sulla carte di credito ricaricabili con IBAN!)

  • Contactless. Questa opzione è sempre più diffusa e diverse carte la prevedono. Non sai di che si tratta? Si tratta di un sistema che consente di pagare importi inferiori ai 25€ senza dover inserire il proprio PIN.

  • App di gestione. Per chi ha un dispositivo Android o iOS, la possibilità di gestire tutto dal proprio telefono è una possibilità molto apprezzata.

  • Uso all’estero. Sì, alcune card possono essere usate anche fuori dall’Italia senza problemi.

  • Circuito di qualità. MasterCard, Visa o Maestro sono nomi che garantiscono l’affidabilità delle carte di credito prepagate e la loro utilizzabilità ovunque.

  • Istituto emittente. Che si tratti di banche piuttosto che di istituti, è importante affidarsi soltanto ad emittenti affidabili e serie.

Carte di credito prepagate: quali sono le tipologie?

Vediamo adesso insieme quali sono le tipologie di carte di credito prepagate, ad oggi in commercio, che hanno avuto un riscontro positivo di pubblico nel corso del 2018. è importante sapere, infatti, che le carte sono tra loro diverse. Se ci si basa sull’istituto emittente, infatti, si possono distinguere in due gruppi. Ovvero:

  • Carte spendibili generalizzate che sono emesse da banche o istituti di credito. Possono essere usate per fare compere in tutti i negozi convenzionati.

  • Carte fidelity o monouso. Rientrano in questa categoria le tessere prepagate utilizzate per l’acquisto di contenuti o per l’accesso a servizi a pagamento, quale ad esempio il prepagato Sky o il Telepass ricaricabile. Queste carte, inoltre, consentono di poter comprare solo presso il medesimo emittente.

Facciamo qualche esempio chiarificatore? Per capire bene la differenza tra le due categorie. Allora, per quanto riguarda le carte spendibili generalizzate possiamo ricordare le carte conto. E in particolar modo, per la sua ampia diffusione, la Carta PayPal. Quest’ultima, infatti, dopo aver versato il denaro sulla carta, ti permette di fare liberamente i tuoi acquisti presso tutti gli esercenti convenzionati con il circuito MasterCard, ad oggi indubbiamente uno dei più famosi e conosciuti.

Per quanto riguarda invece le Carte Fidelity o monouso ti proponiamo come esempio esplicativo le card emessa da Trony e da Amazon. In questo secondo caso, coloro che possiedono tale card possono usare l’importo versato solo ed esclusivamente presso questo esercizio commerciale.

Le tre migliori carte di credito prepagate

Ecco un’altra cosa che ti piacerà molto. Quali sono ad oggi le migliori carte di credito prepagate del 2018? Te ne suggeriamo tre. Vediamole insieme.

Iniziamo con N26, ovvero una delle migliori banche europee per smartphone. Si tratta di un vero conto corrente, semplice da usare. Mette a disposizione dei suoi clienti 4 diverse tipologie di conto: Standard e Business (del tutto gratuiti), Metal e Black (con ulteriori garanzie a pagamento). I vantaggi offerti?

  • apertura rapida e gratuita

  • codice IBAN e consegna della carta in 3 giorni lavorativi

  • uso semplice grazie all’App scaricabile su smartphone

  • pagamenti veloci da effettuare con lo smartphone.

SCOPRI N26

E poi? Parliamo di Carta Hype, considerata come migliore carta prepagata del 2018 dall’Osservatorio Finanziario. Presenta tutte le funzioni di base e costi molto competitivi. Disponibile in due versioni. Hype Start del tutto gratuita e ricaricabile fino a 2.500 €.

L’altra, Hype Plus, ha un costo di 1 € al mese e ti consente di gestire fino a 50.000 €. E per attivarla? Online, ovunque tu sia. L’attivazione dell’IBAN avviene rapidamente e la carta viene consegnata, anche in questo caso, in poco tempo.

Ultima tra le carte di credito prepagate proposte è Viabuy con IBAN, da usare grazie al circuito MasterCard. Anonima fino a 1000 € annui, per superare tale importo è necessaria soltanto la carta d’identità. Per ottenere la carta, inoltre, non è necessario passare il cosiddetto controllo di solidità finanziaria, cosa che avviene per altre carte.

Per oggi è tutto! Prima di andare via, dai un’occhiata a questo video: