Comprare casa senza anticipo: ecco spiegato passo passo come fare

0
1464
comprare casa senza anticipo con prato

Condividi questo articolo!

Comprare casa senza anticipo: tutti i dettagli utili all’acquisto!

Investimenti immobiliari: il mutuo senza anticipo

Se sei capitato qui, molto probabilmente stai cercando informazioni su come comprare casa senza anticipo. È questo, infatti, un tema che interessa un elevato numero di italiani, che si trovano nella condizione di affrontare un mutuo per un investimento immobiliare, ma che non riescono a coprire il costo dell’anticipo. Di solito, infatti, l’anticipo da versare subito ammonta al 20% del prezzo dell’immobile, a fronte di finanziamenti che non sempre riescono a coprire l’80% del totale richiesto. Andiamo a scoprire, dunque, quanto c’è da sapere su questo argomento.

Comprare casa senza anticipo: il Decreto Sblocca Italia

casa con prato palme e scaleLe soluzioni che vengono offerte a chi voglia comprare un’abitazione senza anticipo sono diverse, e possono risolvere il “problema da differenti punti di vista. Su di esse, va detto, influisce un importante aspetto, che è stato stabilito grazie all’introduzione dell’articolo 23 del cosiddetto Decreto Sblocca Italia. Questo articolo stabilisce di fatto che è possibile riscattare un immobile grazie al pagamento dell’affitto, inteso come canone mensile della durata minima di due anni e massima di 7.

Al termine di questo periodo, l’affittuario può decidere se proseguire con il pagamento del canone, procedendo alla trasformazione di quanto già pagato in un deposito o, anche, di mettere fine al rapporto. Questa possibilità consente, dunque, di entrare subito nell’abitazione che si intende acquistare. Il canone pagato, comunque, è lievemente più elevato di un affitto normale, infatti equivale ad una caparra che ha un valore compreso tra il 7 e il 9%.

Comprare casa senza anticipo: Rent to buy

Si tratta di una soluzione che nasce nei Paesi anglosassoni e che in Italia è stata introdotta a partire dal 2014. Con Rent to buy si parla di uno specifico programma di preparazione all’acquisto di un immobile che, a fronte di un anticipo di circa il 6% del valore complessivo, potrà essere subito abitato dall’acquirente. In seguito, per un lasso di tempo che può arrivare fino a 10 anni, è previsto il versamento di una rata precedentemente indicata.

Infine, alla scadenza del periodo previsto, scatta la vera e propria operazione di acquisto, con una somma da corrispondere da cui sarà – naturalmente – sottratta la quota già versata. Di solito, giunti in questa fase, si procede con una richiesta di mutuo, che andrà a coprire all’incirca l’80% del l’intero capitale da investire. I vantaggi offerti dalla formula del Rent to buy sono particolarmente interessanti, soprattutto nei momenti di maggiore crisi economica.

Comprare casa senza anticipo: leasing immobiliare

Il Leasing immobiliare rappresenta una variante rispetto al Rent to Buy. Questo prodotto è disponibile nel nostro Paese solo da 2016, grazie alla Legge di Stabilità, e prevede fino al 2020 particolari agevolazioni fiscali. In pratica, il Leasing immobiliare consente, anche in questo caso, di occupare subito la casa che si intende acquistare, procedendo a pagare un canone d’affitto mensile, fino a una scadenza concordata in precedenza.

Allo scadere del periodo previsto, si procede a versare una rata finale, che porterà a termine l’operazione di acquisto. È una formula molto vantaggiosa per gli under 35, grazie ad apposite agevolazioni fiscali: ogni anno si può detrarre il 19% di quanto pagato per il canone (e oneri accessori) dalla Dichiarazione dei Redditi. Per quanto riguarda la rata finale, da questa si può detrarre un altro 19%.

Comprare casa senza anticipo: mutuo al 100%

cucina con fornelli e candele in un angoloLa categoria dei mutui al 100% non è certo particolarmente diffusa nel mercato italiano. D’altra parte, oggi più di ieri, questa eventualità non è molto apprezzata dalle banche, che sono poco invogliate a concedere una copertura totale per l’acquisto di un immobile. Ciononostante, i mutui al 100% vengono concessi, anche se il loro costo per il cliente è più alto rispetto a quelli più comuni.

Di solito, questa soluzione è riservata a clienti appartenenti a una fascia d’età giovane, che non può disporre di tutta la liquidità necessaria per condurre in porto l’operazione. In questo caso, le banche tendono a soddisfare la richiesta, sapendo di poter estendere i tempi di rientro fino a 30 o 35 anni. Inoltre, in via generale, il mutuo al 100% richiede la presenza di un garante per il finanziamento.

Nel caso di under 35, di giovani coppie e di single con figli, è possibile accedere a un mutuo al 100% avvalendosi del Fondo di Garanzia Prima Casa. Il Fondo è stato istituito con la Legge 147 del 2013 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, ed è gestito da Consap. Esso è stato sottoscritto dagli svariati istituti di credito nel 2004. Questa iniziativa consente di ottenere una garanzia da parte dello Stato che copre il 50% del valore della casa che si intende acquistare.

Tra i requisiti per ottenere l’idoneità al Fondo di Garanzia Prima Casa ci sono

  • Contratto di lavoro a tempo determinato

  • Single con figli minori a carico

  • Assegnatari di alloggi popolari

  • No proprietà di altri immobili

Inoltre, il mutuo con il Fondo di Garanzia non deve superare un importo di 250 mila euro e deve essere richiesto esclusivamente per una prima casa non appartenente alla categoria lusso.

Mutui per under 35

Come anticipato, i mutui rivolti ai giovani e alle giovani coppie consentono di coprire fino al 100% del valore dell’abitazione che si intende acquistare. Il che, anche se non risolve il problema della liquidità, permette senz’altro di coprire interamente la spesa prevista. Tuttavia, anche per richiedere questo tipo di mutuo, è necessario fornire alcune fondamentali garanzie:

  • Reddito
  • Garanzia fideiussoria
  • Ipoteca.

Reddito

È necessario certificare il proprio reddito, che non deve risultare inferiore a tre volte la rata del muto che si va ad accendere. Nel caso di contratti di lavoro atipico, è richiesta un’assicurazione sulla perdita del posto di lavoro.

Garanzia fideiussoria

In questi casi, è di vitale importanza fornire anche una garanzia fideiussoria, ovvero, assicurarsi l’appoggio un garante. L’alternativa, come abbiamo visto, è rappresentata dal Fondo di Garanzia Prima Casa, che copre il 50% del valore dell’abitazione.

Ipoteca

Anche l’ipoteca sul valore dell’immobile ha una forte rilevanza, dal momento che il valore dell’immobile influisce direttamente sulla determinazione della somma di denaro che verrà erogata dalla banca.

Comprare casa senza anticipo: vendita con riserva di proprietà

La vendita con riserva di proprietà rappresenta una formula molto simile a quella del contratto di affitto con riscatto. In questo caso, però, è possibile procedere all’acquisto senza liquidità, riscattando l’immobile al momento dell’ultima rata. In buona sostanza, l’affittuario non entra in possesso dell’abitazione alla firma del contratto, e non gli è concesso – in linea di massima – di abitarlo.

Inoltre, questa procedura prevede una compravendita sicura, mentre nel caso della formula con contratto di affitto, è previsto anche un recesso.

Abbiamo visto, dunque, tutte le possibilità che sono riservate a chi intenda acquistare un’abitazione senza dover versare anticipi e, quindi, senza poter far affidamento su una immediata disponibilità economica. Un argomento che potrai approfondire ulteriormente, scoprendo quanto c’è da sapere sui mutui on-line grazie ai comparatori e su tassi dei mutui nel 2019.