Conti correnti aziendali online: ecco tutte le news e i vantaggi

0
785
conti correnti aziendali online firma

Condividi questo articolo!

Vuoi sapere cosa sono i conti correnti aziendali online?

Quali sono le caratteristiche e i costi? Bene, questa guida aggiornata al 2018 fa sicuramente al caso tuo. Iniziamo subito con il dire che qualsiasi azienda operante per mezzo di Partita Iva ha bisogno di un conto corrente aziendale, sia esso tradizionale o online. Il motivo? Per gestire al meglio incassi, pagamenti e tutte le operazioni finanziarie che sono strettamente collegate ad un’attività.

Conti correnti aziendali online: ecco cosa sapere

Lascia che ti spieghiamo subito una cosa su conti correnti aziendali online. Azioni quali, spostare un capitale, implementare investimento e risparmio, acquistare o ricevere compensi per lo svolgimento della propria attività o vendita dei propri prodotti, sono tutti elementi che fanno parte di una società.

Immaginare una realtà, artigianale o meno, che possa agevolmente muoversi all’interno del proprio mercato di riferimento, interfacciarsi con i propri clienti e fornitori senza avere un conto corrente aziendale online o tradizionale, è veramente difficile, se non impossibile.

Che cos’è il conto corrente? Possiamo definirlo il nucleo finanziario di un’azienda. Il “luogo” da cui tutto parte, per poi tornare. Insomma, uno strumento di fondamentale importanza per qualsiasi società. I vantaggi dei conti correnti aziendali sono infatti numerosi. Basti pensare alla possibilità di:

  • gestire gli incassi tramite pos e vederli accreditati direttamente sul conto stesso
  • riscuotere le Riba (ricevute bancarie)
  • usufruire di condizioni privilegiate per ottenere prestiti e finanziamenti (ad esempio per acquistare attrezzature oppure ristrutturare l’azienda, etc.).

conti correnti aziendali online ufficio

 

Conto corrente per aziende: è obbligatorio?

Considera questo… Per quanto riguarda l’Italia, quando si parla di piccole o grandi imprese, il conto corrente è obbligatorio per legge. Non a caso, infatti, le società che operano per mezzo di Partita Iva e che gestiscono un flusso di denaro, sia in entrata che in uscita, superiore a 1000 euro devono ricorrere ad un conto corrente.

Quando parliamo di conto corrente per professionisti e aziende (una ditta individuale piuttosto che un condominio) dobbiamo considerare che questo riveste anche una valenza giuridica. Il perché è presto spiegato. Tutti i “movimenti” effettuati, e quindi per così dire tracciati, all’interno del conto sono ufficiali e giuridicamente riconosciuti. In forza di ciò sono considerati elementi di fondamentale importanza per la dichiarazione dei redditi, per le contestazioni e le eventuali richieste provenienti dalla pubblica amministrazione.

Conto corrente per le piccole imprese

Procediamo con ordine e andiamo oltre l’ordinamento giuridico italiano. Abbiamo sin qui visto che per certe realtà commerciali il conto corrente non è soltanto auspicabile ma anche obbligatorio. Ricordiamo però che, per prima cosa, il conto business è uno strumento indispensabile perché offre un ampio ventaglio di opportunità.

Vuoi sapere quali? Vi sono alcune funzionalità basilari, come la possibilità di inviare e ricevere bonifici, per poi passare ai libretti degli assegni e ai pagamenti, giungendo infine al bancomat e alle carte di credito aziendali messe a disposizione dei dipendenti o del management.

Vuoi saperne di più? Allora diciamo che tutti questi servizi sono importanti al punto che risulta necessario che siano usufruibili anche quando si tratta di conti correnti aziendali online. La possibilità di gestire il conto online da qualsiasi supporto, sia questo il pc piuttosto che lo smartphone, connesso ad internet, diviene sempre più necessaria quando più collaboratori devono accedere contemporaneamente al conto.

Per gestire questi bisogni, i servizi in home banking, mobile banking e soprattutto quelli di corporate banking sono perfetti per garantire ai clienti la possibilità di usufruire di strumenti ad hoc per la gestione finanziaria dell’azienda, fornendo anche servizi di consulenza. E per quanto riguarda i costi di questi conti aziendali?

Certamente non vi sono prezzi standard, ma è possibile dire che in linea di massima un conto corrente aziendale, che sia online o tradizionale, comporta una spesa totale di circa 200 € all’anno. Questi costi sono la somma di due diverse voci di spesa:

  • Spese fisse (che vanno quindi al di là dell’operatività del conto)

  • Spese proporzionali (variabili in base al tipo di operazione eseguita sul conto).

Conto corrente aziendale a costo zero?

Ecco un’altra cosa… Una domanda che molti si pongono è la seguente: è possibile usufruire di conti aziendali a costo zero? La risposta è molto semplice, ed è sì! Soprattutto online, infatti, è possibile ottenere conti correnti che non presentano costi fissi o variabili. Ad oggi quindi non è per niente strano che il conto corrente online per aziende sia gratis. Attenzione però! A volte la gratuità può essere limitata esclusivamente alle spese fisse, in altri casi invece comprende anche quelle variabili.

Quali sono i migliori conti correnti aziendali online?

Rispondiamo adesso ad un’altra domanda. Quali sono i migliori conti correnti aziendali? Onestamente, per trovare le soluzioni che si adattano perfettamente alle tue esigenze è consigliabile confrontare tra loro più conti correnti aziendali. A maggior ragione se si è interessati ad avere un conto corrente online.

Proprio i conti online, infatti, presentano maggiori differenze per quanto riguarda i costi e i servizi offerti ai clienti. Ma non è tutto… I conti correnti online risultano anche i più semplici da mettere a confronto, grazie alla possibilità di usufruire di veri e propri comparatori specializzati, in grado di aiutare chiunque a confrontare in modo semplice e veloce tali conti. Ecco che ad oggi troviamo, infatti, conti per le piccole imprese e ancora per i commercianti, i professionisti e le associazioni.

Conti aziendali online: piccole imprese, commercianti e altro ancora…

In genere, risulta evidente che ogni realtà, come quelle sopracitate, hanno in comune il bisogno di gestire le proprie finanze e il flusso di denaro, sia in entrata che in uscita, ma è altrettanto vero che presentano necessità diverse in fatto di quantità e qualità dei servizi erogati. Un esempio? Un’associazione No profit, vivendo perlopiù di donazioni, difficilmente può sostenere un costo di 200 all’anno per affrontare le spese (fisse e/o proporzionali).

Allo stesso modo è più probabile non solo che un negozio o un’azienda possano sostenere le spese necessarie, ma che abbiano anche bisogno di servizi diversi da quelli di un’associazione. Ecco perché è importante procedere con calma e tenere aperte più soluzioni. Mettere a confronto costi e servizi, pro e contro.

Se sei interessato a questo aspetto, abbiamo stilato per te una lista di quali sono i conti correnti più convenienti. Inizia da qui e fatti un’idea di quale possa essere la soluzione perfetta!

Bene, questo è ciò che è importante sapere per comprendere l’importanza e i vantaggi connessi ai conti correnti aziendali online! Ma questo è soltanto l’inizio! Abbiamo ancora tante news in serbo per te, quindi continua a seguirci e soprattutto… a leggerci!