Conti deposito sicuri nel 2019: scopri proprio tutti quelli esistenti

0
424
conti deposito sicuri pc

Condividi questo articolo!

Stai cercando conti deposito sicuri? Allora sei nel posto giusto!

Uno degli strumenti migliori per ottenere un elevato rendimento dai propri risparmi è costituito dai depositi sicuri. L’approccio migliore è quello di valutare con attenzione l’ampia offerta proposta dalle banche. Basta verificare quale sia il rendimento effettivo garantito dai singoli prodotti. Ma addentriamoci in questo settore, valutando anche quali siano i conti deposito più sicuri e fruttiferi del momento con questa guida per investire.

La sicurezza dei conti deposito

grafico arancione con freccia giallaI conti deposito sono considerati una delle forme più sicure di investimento. Questo discorso è particolarmente valido fino alla soglia dei 100 mila euro per conto e per investitore. Come i normali conti correnti, infatti, anche i conti deposito sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Questa istituzione, in caso di fallimento della banca di riferimento o di sua incapacità di far fronte ai suoi impegni, provvede a coprire tutta la somma depositata, fino a un massimale di 100 mila euro, appunto. Ciò significa che, entro la soglia indicata, i conti deposito rappresentano una tipologia di investimento assolutamente sicuro, che potrebbero essere messi in discussione solo in caso di una grave crisi del sistema bancario. Solo in quel caso, quindi, comporterebbe la perdita dell’investimento.

Grazie a queste caratteristiche, il conto deposito è considerato un prodotto bancario che si differenzia dal conto corrente, dal momento che con esso si possono effettuare solo versamenti e prelievi, senza possibilità di effettuare tutte le altre operazioni bancarie collegata al conto corrente tradizionale.

Conti deposito sicuri: come funzionano

La gestione della liquidità nel breve termine è, dunque, la finalità principale dei conti deposito. Al contrario, non sono adatti a politiche di investimento a lungo termine, che di solito risultano più efficaci sotto il profilo del rendimento. Una buona parte dei conti deposito non prevede costi, e offre al contempo tassi di interesse tendenzialmente superiori ai conti correnti tradizionali.

Le condizioni diventano più favorevoli se si sceglie di vincolare le somme depositate… Ed esistono diversi incentivi – previsti dagli istituti di credito – rivolti a chi si avvicina per la prima volta al segmento dei conti deposito. L’obiettivo? Incentivare l’arrivo di nuova liquidità sul conto. Il proprietario procede a versare liquidità sul conto deposito – facendo riferimento a un conto corrente tradizionale – e la mantiene per periodi di 3, 6 o 12 mesi.

Cosa riceve in cambio? Una remunerazione a un tasso d’interesse superiore a quello assicurato dai conti correnti.

Conti deposito liberi e vincolati

I conti deposito, infine, possono essere liberi e vincolati. Quelli liberi consentono di tenere la liquidità libera e quindi sempre e immediatamente disponibile. I conti deposito vincolati, invece, permettono di ritirare i propri risparmi solo allo scadere del vincolo previsto, rendendo in cambio rendimenti più alti rispetto alla media. Come i normali conti correnti, anche i conti deposito possono essere sottoscritti e gestiti online, come avviene con l’ormai consolidata procedura di home banking.

Per chi utilizza internet in maniera abituale, aprire un conto deposito online diventa particolarmente utile e comodo, soprattutto se si ha necessità di orari flessibili rispetto a quelli della banca fisica e degli sportelli aperti al pubblico. Di solito l’apertura di un conto deposito non prevede costi, ma alcune banche richiedono un investimento minimo.

Conti deposito sicuri: come investire in maniera sicura

Come in ogni situazione, è bene valutare – si è detto – attentamente le caratteristiche e le specificità dell’offerta delle singole banche. Per prima cosa, è importante ricordare che i tassi sui conti deposito sono proporzionali alla necessità della banca emittente di reperire capitali. Quindi, il tasso d’interesse offerto per uno specifico conto deposito è inversamente proporzionale alla “salute” finanziaria dell’istituto di credito con cui si entra in contatto.

In questo senso, le banche che presentano particolari criticità finanziarie sono quelle che propongono ai clienti i tassi d’interesse più interessanti rispetto alla concorrenza presente sul mercato. Inoltre, la tendenza in atto è quella che vede la richiesta spostarsi con decisione verso i depositi non vincolati, che però vedono attivarsi rendimenti inferiori. A questa tendenza il mercato ha risposto con interessanti formule alternative, che garantiscono buone previsioni di rendimento senza rinunciare alla flessibilità del prodotto.

Come scegliere i conti deposito

grafico in bianco e neroIl modo migliore per scegliere il fondo più efficace sul piano della remunerazione rimane il confronto delle offerte. È bene, dunque, esaminare i rendimenti effettivi garantiti, considerando il tasso d’interesse proposto e prendendo in considerazione la procedura di capitalizzazione degli interessi, oltre alle spese previste per la gestione del deposito. In generale, è necessario poter accedere con chiarezza alla visione delle condizioni economiche e alla composizione dettagliata degli interessi e dei costi previsti.

Conti deposito sicuri: i migliori del momento

Conti deposito sicuri: ViviBanca

ViviBanca propone un conto deposito a zero costi e tassi che giungono fino al 2,50%. Al conto è abbinato un conto corrente di deposito libero a operatività ridotta. Apertura del conto deposito e operatività vengono effettuate online. Condizioni migliori se si vincola l’investimento. Investimento minimo: 1.000 €.

Gli interessi del conto deposito vengono corrisposti alla scadenza del vincolo di deposito e insieme al rimborso del capitale. Il tasso d’interesse cresce al prolungarsi del periodo di vincolo. Si parte dallo 0,75% per un vincolo di 6 mesi, per arrivare al 2,50% in riferimento a un vincolo della durata di 48 mesi.

Conti deposito sicuri: Extrabanca

Il Conto deposito Extraclick di Extrabanca è un prodotto annuale sul deposito libero con tassi fino all’1,30%. Le somme investite possono essere svincolate prima della scadenza, e remunerate al tasso dello 0,00% per vincolo di 4 mesi, 0,30% per vincolo con durata 12 mesi, 0,35% per vincolo con durata 24 mesi, 0,40% per vincoli con durata 36 mesi. Gli interessi partono dallo 0,50% sul vincolo a 4 mesi, per arrivare all’1,30% sul vincolo a 36 mesi.

Conti deposito sicuri: Santander Consumer Bank

Santander propone IoPosso, un conto deposito – la cui apertura e operatività è online – prevede una capitalizzazione trimestrale, e senza opzioni di vincolo. IoPosso è facile da aprire e da gestire, e prevede versamenti mediante bonifico dal conto corrente e prelievi con libertà di movimento.

Conti deposito sicuri: IBL Banca

ContoSu è un conto che prevede tassi fino all’1,35%. Il deposito può essere libero, con capitalizzazione trimestrale, e vincolato. In quest’ultimo caso è possibile scegliere tra la capitalizzazione trimestrale e la capitalizzazione a scadenza del vincolo. Le condizioni migliori si ottengono vincolando l’investimento, a partire dal tetto d’investimento di 5 mila euro, mentre gli interessi corrisposti variano al variare delle modalità di liquidazione prescelta.

Ti è piaciuto quest’articolo? Allora ti consigliamo di leggere anche “Quali sono i conti correnti più convenienti? Scoprili tutti qui!”…

Per ulteriori informazioni su cosa sono i conti deposito, guarda questo video: