Conto deposito confronto tra le migliori offerte del 2019: scoprile tutte!

0
550
conto deposito confronto firma

Condividi questo articolo!

Hai digitato “conto deposito confronto” perché non sai quale scegliere?

Resta con noi: ti daremo una mano!

Quali sono i conti deposito più convenienti?

Sono molti gli strumenti di risparmi proposto dalle banche italiane. I più interessanti sono i conti deposito. Presentiamo quindi il conto deposito e il confronto tra i migliori disponibili oggi sul mercato In particolare spieghiamo in cosa consistono  e le loro principali caratteristiche. In particolare analizziamo quali sono le condizioni economiche previste e come avviene il loro funzionamento. Infine presentiamo un confronto tra i migliori conti deposito che possono essere sottoscritti presso i principali istituti bancari.

Conto deposito confronto: cosa sono i conti deposito?

Si tratta di un prodotto finanziario di investimento che consente di ottenere un reddito sulla somma di denaro depositata. Questo deve essere collegato ad un conto corrente tradizionale e consente di avere un alto rendimento con nessun rischio. La sua operatività è limitata a tre operazioni bancarie. Queste sono:

  • versare
  • prelevare
  • vincolare il denaro.

Le prime due possono essere effettuate a o da un conto corrente d’appoggio mentre l’ultima consiste nel decidere la somma di denaro da bloccare per un determinato periodo. Tutto questo avviene in quanto lo strumento in questione è stato ideato unicamente come uno strumento di investimento. Il conto deposito a confronto del conto corrente non può effettuare molte delle operazioni bancarie ordinarie.

pile di monete con orologio sullo sfondo

Per ulteriori informazioni guarda questo video:

Conto deposito confronto: le caratteristiche principali

Una delle caratteristiche principali del conto deposito è il fatto che permette di ottenere un profitto elevato sul patrimonio investito. La maggior parte dei conti di questo tipo che è possibile sottoscrivere oggi non prevedono costi di attivazione e hanno un tasso d’interesse  che è superiore rispetto a quello dei conti correnti. Infatti i principali istituti bancari propongono spesso condizioni favorevoli per chi decide di vincolare il denaro.

Il cliente può comunque prelevare anche prima della scadenza del vincolo ma ciò porta a perdere il diritto di percepire gli interessi del conto deposito. Altra caratteristica riguarda il fatto che devono essere obbligatoriamente collegati a un conto corrente. Questo può essere stato sottoscritto o presso la stessa banca in cui si attiva il conto di deposito o anche in altre banche.

Tutte le operazioni effettuate risultano quindi vincolate a questo conto. Inoltre non è possibile prelevare una somma superiore a quella disponibile. Hanno il vantaggio di non necessitare di garanzie per poterli aprire. Una cosa importante da dire è che questo tipo di strumenti finanziari possono essere emessi solo dalle banche.

Conto deposito confronto: i rischi dell’apertura di un conto

Uno dei principali rischi in cui si può incorrere quando si decide di aprire un conto deposito è quello che riguarda il caso in cui la banca sia impossibilitata a mantenere fede agli obblighi previsti dal contratto. In sostanza questo significa che l’istituto non riesce a restituire al cliente la somma depositata e gli interessi maturati. La norma europea obbliga tutte le banche della comunità ad aderire ad un sistema di garanzia dei depositi. Questo assicura al depositante una garanzia di 100.000 euro.

Un altro rischio riguarda quei depositi inferiori rispetto alla garanzia prevista dal sistema a cui aderisce l’istituto bancario. In questo caso può avvenire che il cliente sia impossibilitato di disporre del capitale depositato quando lo si desidera.

Tuttavia grazie alla direttiva 2009/14/CE l’attesa massima per il rimborso è stata fissata a 20 giorni lavorativi. Quello previsto in precedenza era di 3 mesi. Invece quelli superiori corrono il rischio che la banca fallisca e che non possa quindi entrare in possesso della somma eccedente rispetto alla garanzia prevista.

Un possibile rischio in cui si può incorrere è quello della variazione unilaterale delle condizioni contrattuali. Anche in questo caso si è tutelati in quanto si ha la possibilità di recedere entro 60 giorni dalla variazione. Altra cosa importante da dire è che al fine della tutela della stabilità del sistema finanziario le banche devono garantire determinate condizioni.

Quali sono? Riguardano in particolare la sana e prudente gestione. Vengono inoltre sottoposte alla vigilanza della banca centrale del paese d’origine. Nel nostro caso la Banca d’Italia.

calcolatrice penna foglio firma

Conto deposito confronto: il conto deposito libero

Un aspetto importante da sottolineare riguarda l’esistenza di due diverse tipologie di conto deposito, ovvero quello libero e quello vincolato. Analizziamo ora il primo dei due. Questa tipologia consente all’utente di avere accesso in qualsiasi momento alla somma versata. Ciò viene fatto per dare la possibilità di utilizzare il denaro versato per spese impreviste e improvvise. Nel caso in cui si decida di prelevare la banca garantisce il versamento degli interessi che sono stati maturati fino a quel momento.

Conto deposito confronto: il conto deposito vincolato

La seconda tipologia, vale a dire il conto deposito vincolato, è quella che garantisce dei tassi d’interesse maggiori ma non consente di disporre del denaro prima della scadenza del periodo previsto dal vincolo sottoscritto. Questa viene stabilita prima dell’inizio del contratto e ha una durata che varia da 1 mese fino a 60 mesi.

Si tratta di una forma particolarmente indicata per chi è intenzionato a risparmiare per un obiettivo preciso. Bisogna comunque precisare che in molti casi è comunque possibile accedere al deposito tramite il pagamento di una penale.

Conto deposito confronto: come aprire un conto deposito

Per aprire un conto deposito ci si può rivolgere alle banche tradizionali o in alternativa a quelle online. I requisiti necessari da possedere sono due. Questi sono:

  • avere un conto corrente
  • essere maggiorenni.

I documenti che devono essere forniti all’apertura del conto sono:

  • copia documento d’identità
  • copia codice fiscale o tessera sanitaria
  • certificato di residenza (se richiesto)
  • dati relativi al conto corrente d’appoggio.

Per chi effettua la sottoscrizione online è necessario effettuare l’identificazione finanziaria. Si tratta in un bonifico di prova di entità solitamente poco cospicua ad un conto corrente fornito dalla banca. I tempi di attesa per l’attivazione in questa forma sono solitamente più lunghi. Infatti con il metodo tradizionale l’apertura risulta praticamente immediata. In entrambi i casi il suggerimento è quello di leggere con molta attenzione il foglio informativo, la normativa sulla trasparenza bancaria e quella sul trattamento dei dati personali.

Conto deposito confronto: il funzionamento dei conti deposito

Il modo in cui funziona un conto deposito in confronto ad altri strumenti è molto semplice. Una volta che si è aperto un conto è possibile decidere con quale modalità versare i propri risparmi. Queste sono:

  • bonifico
  • assegno
  • RID.

Quest’ultimo è un servizio di alimentazione che consente ad esempio di depositare ogni mese in automatico una percentuale dello stipendio.

Un altro aspetto importante da conoscere sul funzionamento di questo strumento è la cifra massima che è possibile versare. Questa è stabilita dalla banca che offre il servizio. Il Fondo Interbancario di tutela dei depositi, a cui devono obbligatoriamente aderire gli istituti che si trovano all’interno dell’unione europea,  garantisce in caso di fallimento a ciascun cliente le somme depositate fino a 100000 euro.

Altra cosa da dire riguarda il fatto che per il modo in cui funziona e la struttura di un conto deposito è impossibile andare in rosso. Ciò in quanto non è possibile prelevare oltre alla cifra disponibile. Infine è interessante la possibilità offerta dalla modalità online di avere accesso 24 ore su 24 al proprio conto.

grafico freccia pennarello

Conto deposito confronto: le condizioni economiche principali

Quando ci si appresta ad aprire un conto è fondamentale il confronto tra le varie proposte disponibili in modo da individuare l’offerta migliore. Per prima cosa risulta importante controllare il tasso di rendimento effettivo che viene garantito. I parametri da considerare sono tre:

  • il tasso d’interesse
  • la logica di capitalizzazione
  • le spese da sostenere.

Il primo consiste nel rendimento del capitale che si decide di investire. Questo viene solitamente comunicato dalla banca come interesse lordo. Infatti alla cifra totale viene sottratto il 26% che sono le tasse detratte dalla banca nel momento in cui vengono capitalizzati gli interessi. Le banche hanno sempre la possibilità di cambiare i tassi anche quando il contratto è in essere. Se questi risultano sfavorevoli il cliente può sempre comunque recedere dall’accordo.

Il secondo parametro è il modo in cui vengono corrisposti gli interessi in date prestabilite. Ciò indica il momento in cui questi vengono riconosciuti al cliente. Quindi si deve prestare attenzione a questo parametro. Per esempio ricevere un interesse pari al 3% dopo un anno risulta meno redditizio rispetto a ricevere il 3% all’apertura del conto deposito.

Il terzo riguarda il fatto che ci sono oneri da sostenere oltre alla tassazione sugli interessi. La logica maggiormente utilizzata dai principali istituti bancari è quella di non richiedere spese aggiuntivi al cliente per la gestione. Nei casi in cui queste sono presenti hanno un’incidenza negativa sulla rendita effettiva di questo conto deposito in confronto alle altre tipologie. Sono tre le spese che possono essere addebitate. Queste sono:

  • imposta di bollo
  • spese di apertura
  • spese di mantenimento.

Conto deposito confronto: come chiudere un conto deposito

La procedura necessaria per procedere alla chiusura di un conto consiste nella compilazione di un apposito modulo attraverso cui si chiede appunto l’estinzione del contratto. Questo può essere ritirato presso uno degli sportelli bancario o online nel caso che sia stato stipulato in questa forma. Prima di procedere è importante trasferire tutti gli eventuali servizi che si appoggiano a questo conto. Il tutto può essere fatto in poco tempo e senza costi aggiuntivi.

Conto deposito confronto: i migliori conti deposito disponibili

Ora vediamo nel dettaglio le migliori offerte per conti deposito e un confronto tra queste. Per prima cosa è necessario, come visto in precedenza, differenziare tra quelli vincolati e quelli che non prevedono vincoli.

Conti deposito vincolati

Riguardo alla prima categoria i principali sono:

  • Esagon
  • Green
  • MeglioBanca.
Esagon

Il primo  viene proposto dalla banca indipendente Credito Fondiario. Questa proposta è pensata per i clienti che vogliono investire sul medio e lungo termine. Una delle caratteristiche più interessanti è nel tasso d’interesse garantito che è del 2,5% lordi in un anno. La  gestione avviene completamente online e non prevede nessun costo di attivazione.

La liquidazione degli interessi maturati avviene in automatico. Una cosa da sapere è il fatto che non può essere svincolato, cioè le somme investite non possono essere restituite prima della scadenza.

Green

Il secondo è quello presentato dalla banca di Cividale e che intende far incontrare il mondo del risparmio con quello della sostenibilità ambientale. Si tratta di un conto deposito online eco-sostenibile. L’istituto utilizzerà i risparmi raccolti attraverso il conto deposito solo per il finanziamento di iniziative Green.

Il conto è gratuito è prevede un tasso lordo di 1,9%. Questi vengono ricevuti al termine del periodo di vincolo che va da 6 a 60 mesi. Gli importi che è possibile investire per una singola durata partono da 15000 euro per arrivare fino a 200.000 euro.

MeglioBanca

Il terzo è promosso dal gruppo online MeglioBanca della Banca Popolare di Frusinate. Questa è una istituto bancario online. La sua particolarità riguarda il fatto che è un conto flessibile che può essere adattato facilmente ad ogni esigenza. I risparmi possono essere vincolati da 3 mesi fino a 5 anni. Viene riconosciuto un tasso del 2,40% sul capitale vincolato. La somma può essere prelevata quando lo si vuole tramite un preavviso di 33 giorni. Inoltre è completamente gratuito. Possono essere versati da 5000 a 250.000 euro.

persone con penna in mano che stanno per firmare dei fogli

Conti deposito non vincolati

In riferimento alla seconda categoria i migliori sono:

  • Ioposso
  • SuIBL
  • Base
Ioposso

Il primo è offerto ai propri clienti dal gruppo Santander nato in Spagna e che oggi ha sedi in tutta Europa compresa l’Italia. Il tasso d’interesse garantito per un vincolo di 36 mesi è di 1,20%. Inoltre è completamente senza spese. può essere attivato velocemente presso uno degli sportelli della banca. La quantità della cifra risparmiata può essere decisa in qualsiasi momento.

SuIBL

L’altro è una proposta del Gruppo IBL Banca. Il tasso lordo  è di 1,35% per le somme vincolate. Può essere comodamente aperto online e offre al proprio cliente un’ampia scelta riguardo alla durata del vincolo che può andare da un minimo di 3 mesi fino a 24. Inoltre si possono ricevere gli interessi a scadenza trimestrale. Il capitale versato e gli interessi maturati vengono corrisposti automaticamente dalla banca alla scadenza del vincolo.

Base

L’ultimo è della banca Privata Leasing nata nel 1987 in Emilia Romagna dapprima come società di leasing. Il deposito offerto si può sottoscrivere comodamente online ed è gratuito. Ha un tasso semestrale del 3%. Il deposito deve essere di minimo 1000 euro.

Il risparmio ha da sempre un’importanza fondamentale per le famiglie italiane. Sono moltissimi quelli che ancora oggi decidono di risparmiare alcune somme di denaro. Per scoprire informazioni sui conti correnti più convenienti ti consigliamo di leggere anche questo articolo. Infine se sei è interessato a scoprire nuovi modi per investire il proprio denaro troverai di sicuro di tuo interesse questi due ebook intitolati:

Ora che sai tutto sul conto deposito e il confronto tra i migliori disponibili non ti rimane che scegliere il più adatto a te!