Diamanti caratteristiche: guida completa aggiornata 2019

0
1158
diamanti caratteristiche gemma

Condividi questo articolo!

Diamanti caratteristiche: scoprile tutte in quest’articolo!

Ecco cosa sono i diamanti

Hai cercato su Google “diamanti caratteristiche”? Perfetto! Sei nel posto giusto. Infatti oggi con la nostra guida completa 2019 parliamo di questo argomento interessante che desta curiosità in molte persone. Le questioni che riguardano questo argomento prezioso vanno oltre al semplice valore economico. Cosa distingue un diamante dalle altre pietre preziose? Come si fa a stabilire il suo valore? Queste sono solo alcune delle domande a cui potrai trovare una risposta in questo articolo. Buona lettura!

Diamanti caratteristiche: cosa sono i diamanti?

diamanti caratteristiche incastonatoL’etimologia del termine diamante deriva dalla parola greca adapuas che significa indomabile. Infatti gli antichi non conoscevano nessuna materia che potesse intaccarlo o lavorarlo. In oriente era già noto prima del 3000 A. C. In Occidente arriva invece in seguito alle spedizioni compiute da Alessandro Magno.

Nei secoli sono state numerose le storie e le leggende che lo riguardano. Secondo alcuni popoli aveva il potere di accrescere e rendere duraturo l’amore. Altri gli attribuivano poteri benefici. Infatti era impiegato come talismano per combattere:

  • veleni
  • sortilegi
  • malattie gravi.

I diamanti sono in sostanza dei minerali. A seconda di chi li studia hanno però un significato diverso. Queste categorie che analizzano i diamanti sono:

  • mineralogisti
  • cristallografi
  • fisici.

Per i primi è infatti innanzitutto un minerale ovvero un elemento o un insieme di elementi disposti ordinatamente. Questi elementi mantengono caratteristiche fisiche e chimiche costanti. Il carbonio è l’unico elemento che costituisce il diamante e per questo motivo fa parte della classe di minerali denominata elementi nativi.

Per la seconda categoria di studiosi invece ritengono che sono quattro i minerali in natura composti da solo carbonio. Questi sono: diamante, grafite, lonsdaleite e chaoite. La durezza del diamante deriva dal fatto che ogni atomo è collegato saldamente agli altri quattro atomi di carbonio. I fisici considerano il diamante come il minerale esistente più duro. Secondo la scala Mohs, utilizzata per la classificazione della durezza, occupa la posizione più alta con il valore di 10.

Diamanti caratteristiche: dove si trovano i diamanti?

I diamanti sono molto preziosi anche a causa della loro quantità e della difficoltà nel reperirli. La prima cosa da dire consiste nel fatto che queste pietre preziose si trovano in giacimenti distribuiti in tutto il pianeta. Il mercato dei diamanti è stato facilmente tenuto sotto controllo grazie anche alla geometria particolare di questi giacimenti. Infatti i giacimenti primari di diamanti hanno la caratteristica di essere molto piccoli e verticali.  Inoltre sono tutti uguali ed hanno un diametro massimo di 1-2 chilometri.

I giacimenti di diamanti contengono una particolare roccia chiamata kimberlite in cui si trovano queste pietre preziose. La densità di diamanti per ogni roccia è di circa 5 carati per tonnellata. Un’altra cosa interessante riguarda il fatto che i diamanti vengono portati in superficie direttamente dalle eruzioni vulcaniche. Queste sono chiamate eruzioni kimberlitiche. I camini si formano appunto nel corso di questi fenomeni.

Il paese che oggi produce la maggior quantità di diamanti è la Russia. Infatti circa la metà dei depositi presenti nel mondo si trova qui. Le tre più grandi miniere del mondo sono nel territorio in questione. Si tratta di:

  • Jubilee
  • Udacnkyj
  • Mir.

Il secondo posto dove si trovano più diamanti è invece un paese africano. Stiamo parlando del Botswana. Qui infatti sono situate le miniere di Jwaneng e di Orapa. Sono tra le 10 più produttive del mondo per quanto riguarda la quantità di minerali estratti.

Diamanti caratteristiche: valore dei diamanti

diamanti caratteristiche valoreUna cosa importante da dire quando si parla di valore di un diamante consiste nel fatto che il suo prezzo è relativo al suo peso in carati. Inoltre non è l’unico fattore da considerare per determinare il valore di queste pietre preziose. Infatti incidono notevolmente anche le sue caratteristiche. Queste vengono utilizzate per la valutazione dei diamanti.

Secondo apposite scale di classificazione si è in grado di determinare la tipologia. Molto importante risulta conoscere l’esatto valore del diamante che intendiamo acquistare o vendere.

Come conservare e pulire i diamanti

Ti starai domandando come fare per conservare nel modo migliore i diamanti… La risposta è quella di metterli in un posto asciutto e soprattutto sicuro. La maggior parte degli investitori che decidono di acquistare diamanti si affidano alle banche per tenerli al sicuro. Certamente si deve considerare il fatto che queste pietre preziose hanno un valore incredibile e per questo motivo corrono il rischio di venir rubati. Per quanto riguarda la pulizia è sempre bene mantenere le pietre preziose lucide.

Le caratteristiche principali dei diamanti

Ma come si valuta un diamante? Bene, qui ti spieghiamo le modalità relative a questa operazione. Innanzitutto è necessario dire che per compiere ciò vengono esaminati i quattro fattori principali dei diamanti. Queste vengono chiamate le quattro C per via delle iniziali dei quattro termini espressi in lingua inglese. Eccole in italiano:

Si tratta delle caratteristiche dei diamanti che li rendono unici. Oltre a questo è fondamentale anche il certificato allegato. Infatti un diamante completo di questo documento può essere venduto in quanto si può determinare facilmente il suo esatto valore. Inoltre la certificazione rappresenta un’importante garanzia per il compratore, insieme alle assicurazioni.

Diamanti caratteristiche: il peso dei diamanti

Il primo fattore che viene preso in considerazione per attribuire un valore ai diamanti è loro peso. Si tratta di quello più semplice. Questo viene misurato utilizzando l’antica unità di misura chiamata carato che utilizzava come paragone per pesare le pietre i semi di carrubo. Un carato equivale a 0,20 grammi. Il carato può essere suddiviso in grani. Questi corrispondono ad un ventesimo di carato. In base a quanto pesa è possibile determinare il suo valore economico. Il peso determina anche il suo diametro quindi la sua dimensione.

Tuttavia bisogna considerare il fatto che incidono anche gli altri fattori. Ciò significa che diamanti con caratteristiche migliori hanno più valore di quelli con peso superiore. Se vuoi scoprire altre informazioni interessanti sui diamanti ti consigliamo di leggere questo ebook intitolato:

Investire in diamanti: da principiante a esperto in 10 step.

Diamanti caratteristiche: il colore dei diamanti

diamanti caratteristiche colorePer poter stimare il valore di una pietra il colore è fondamentale. Questo spiega la differenza di prezzo che esiste tra una pietra ed un’altra. Generalmente il colore del diamante varia dal bianco azzurrato al giallastro. Altri colori sono il blu, il verde, il giallo e il marrone.

Poi si possono trovare anche diamanti di colore rosa. Questi sono particolarmente ricercati soprattutto quelli con un colore più intenso. Infatti hanno un valore inestimabile.

Per poter classificare il colore del diamante è stata creata una scala. Parte dal colore bianco neve che appartiene alla categoria D. La più bassa è quella contraddistinta dalla lettera Z e che ha un colore giallo pronunciato. L’operazione viene fatta appoggiando il diamante su un cartoncino bristol bianco e piegato a metà. Bisogna disporre la pietra con l’apice verso l’alto perché qui il colore risulta essere maggiormente evidente. A questo punto non resta da fare altro che confrontare i due colori.

Diamanti caratteristiche: la purezza dei diamanti

Fondamentale quando si parla delle caratteristiche dei diamanti risulta la valutazione della purezza. Un aspetto importante da ricordare riguarda il fatto che il diamante può contenere delle inclusioni. Queste sono deformazioni che si sono verificate quando il diamante si è formato all’interno della terra. Ciò è avvenuto in quanto si è trovato a contatto con materie diverse. Quindi per poter procedere alla valutazione della pietra preziosa è necessario analizzare il numero e la posizione delle diverse inclusioni che sono presenti.

Le norme internazionali utilizzate per determinare la purezza di un diamante seguono una determinata scala valutativa che si compone di quattro diversi livelli. Questi sono:

  • IF
  • VVS
  • VS
  • SI.

Le sigle derivano tutte dai termini inglesi utilizzati. La prima infatti deriva dalla parola che significa puro ed è la classificazione corrispondente al più alto grado di purezza. La seconda è l’abbreviazione della parola inglese very very small inclusions. Contraddistingue le pietre con la presenza di piccole inclusioni. Queste sono difficili da vedere anche a occhio nudo. La terza contiene anch’essa piccole inclusioni. Infatti la sigla ha il significato di very small inclusions ovvero  poche inclusioni. Il livello inferiore è quello con piccole inclusioni.

Per quanto riguarda invece quelle visibili anche a occhio nudo viene utilizzato il termine piqué. Sono suddivisi su tre livelli. Il primo, chiamato piqué 1 comprende i diamanti con piccole inclusioni che sono appena visibili ad occhio nudo. Il secondo è quello con inclusioni che si possono vedere anche a occhio nudo. Infine l’ultimo è contraddistinto da inclusioni molto grandi e facili da individuare anche a occhio nudo. Il loro numero incide notevolmente sulla brillantezza della pietra.

Diamanti caratteristiche: cos’è il taglio dei diamanti?

Un aspetto importante da chiarire parlando dei diamanti e delle caratteristiche distintive riguarda il fatto che la qualità del taglio non è riferita alla forma ma alle sue proporzioni, alla simmetria e alla lucidatura. Il taglio produce tre effetti che sono difficili da quantificare. Questi sono:

  • brillantezza
  • fuoco
  • scintillazione.

La prima è appunto la luminosità che viene creata dai riflessi della luce bianca sulla superficie e all’interno del diamante. La seconda è la dispersione della luce nei diversi colori spettrali. L’ultima è il contrasto tra il bianco e il nero che viene causato dal riflesso della luce. Il tagliatore quando taglia il diamante grezzo deve riuscire ad ottenere un taglio ottimale mantenendo quanto più materiale possibile.

Differenza tra diamante e brillante

diamanti caratteristiche unicheOra è necessario chiarire la differenza tra il diamante e il brillante. Molti infatti tendono a confondere le due cose. Il diamante è appunto la materia prima mentre il brillante è uno dei tipi di taglio che può essere applicato sul diamante.

Una cosa importante da sapere è che questa tipologia di taglio non è utilizzata unicamente in relazione ai diamanti. Infatti può essere applicato anche ad un semplice pezzo di vetro.

Scopri anche tutto sui diamanti artificiali!

La certificazione dei diamanti

Il valore di un diamante è determinato anche dalla presenza di un certificato di autenticità. Questo è la carta d’identità della pietra preziosa e ne include tutte le caratteristiche distintive. Infatti riporta il peso, il colore,  le dimensioni, i dettagli del taglio e la sua qualità. Si tratta di un documento fondamentale rilasciato da uno degli istituiti gemmologici riconosciuti. Tra quelli con più valore in ambito internazionale ci sono quelli emessi dagli istituiti HRD e IGI. Il primo è Alto Consiglio dei Diamanti mentre il secondo è l’istituto Gemmologico Internazionale.

Diamanti caratteristiche: i diamanti famosi nel mondo

Nel mondo sono stati ritrovati diamanti con caratteristiche uniche. Queste li hanno resi molto famosi e popolari. Vediamo ora quali sono i più conosciuti tra i diamanti del mondo. Uno dei più interessanti è Cullinan grezzo rinvenuto in Sud Africa nel 1906. Si tratta del più grande mai trovato. Il suo peso grezzo era di 605 grammi. Venne donato al Re d’Inghilterra e successivamente tagliato in 9 pietre maggiori e 96 più piccole. La più grande di queste è un’enorme goccia con un peso di 530 carati.

Un altro molto interessante è il Regent. Si tratta di un diamante storico scoperto da uno schiavo nel 1702 vicino a Golconda. Venne in seguito incastonato all’interno della corona di Luigi XV. Dopo la rivoluzione divenne proprietà di Napoleone Buonaparte. Ora è in mostra al museo del Louvre.

Altro diamante importante qui esposto è quello chiamato Hortensia. Questa è una pietra di color pesca con un peso di 20 carati. Venne chiamata in questo modo in onore della regina d’Olanda. Venne acquistato da Luigi XIV e fece parte dei gioielli della corona francese.

Diamanti caratteristiche: ecco come acquistare e vendere diamanti

Le incertezze dei mercati finanziari spingono gli investitori verso altre forme di investimento. Una di queste è quella che riguarda i diamanti. Ma per poter commerciare in questo settore è necessario conoscere il valore della pietra preziosa e quindi i suoi elementi distintivi. Se vuoi conoscere informazioni su altre modalità di investimento ti consigliamo di leggere anche l’articolo dedicato ai Bitcoin. Inoltre potrebbe interessarti anche questo ebook intitolato:

Investire in oro: da principiante a esperto in 10 step (disponibile a breve).

Ora che conosci i diamanti e le caratteristiche che li contraddistinguono non ti resta che valutare se questo è l’investimento che più si adatta alle tue necessità. In questo modo puoi investire in sicurezza i tuoi risparmi ed ottenere in futuro guadagni interessanti.