Diamanti da investimento: ecco la guida completa aggiornata 2019

0
951
diamanti da investimento gemme

Condividi questo articolo!

Vuoi avere maggiori informazioni sui diamanti da investimento? Allora leggi il nostro articolo!

Ecco come investire i propri risparmi

L’andamento dei mercati finanziari degli ultimi anni obbliga molti investitori a trovare nuovi modi di agire. Ciò costringe in modo particolare a diversificare i propri investimenti. Una soluzione è quella di puntare sui diamanti da investimento. Qui analizziamo cosa sono i diamanti e che significa investire su di loro. Inoltre esaminiamo nel dettaglio cos’è la certificazione di un diamante. Infine spieghiamo in quali modi è possibile acquistare queste pietre preziose sul mercato finanziario.

Cosa sono i diamanti?

I diamanti sono dei minerali naturali. In particolare sono la modificazione cristallizzata del carbonio puro. Sono composti da un reticolo cristallino di atomi di carbonio disposti secondo una figura tetraedrica. I diamanti hanno un colore che può variare. Anche le dimensioni sono diverse anche se bisogna dire che raramente sono più grandi di una nocciola. Una delle loro particolarità riguarda il fatto che hanno origine nel mantello terrestre, ovvero uno degli involucri concentrici che costituiscono la Terra.

Per questo motivo si possono ottenere solo mediante estrazione. Diverso è invece il discorso dei diamanti sintetici.

L’estrazione del diamante

diamanti da investimento scaviQuesto processo è fondamentale per ottenere i minerali preziosi. Avviene all’interno dei giacimenti diamantiferi, che si dividono in due tipologie:

  • primari
  • secondari.

I primari sono quelli dove i diamanti sono attaccati alla roccia nella roccia madre. Gli altri si trovano invece dispersi nelle rocce sedimentarie. Nel primo caso è necessario frantumare la roccia in pezzi più piccoli. La maggior parte delle miniere oggi esistenti sono a cielo aperto o a pozzo. Nel secondo tipo di giacimento, invece, non è necessario sminuzzare la roccia. Si fanno cadere semplicemente i diamanti nelle vasche sfruttando il procedimento gravitazionale dell’acqua.

I paesi produttori

Ogni anno la produzione mondiale di questo prezioso minerale varia notevolmente. Infatti spesso i filoni estrattivi vengono esauriti in maniera veloce e si passa a nuove miniere scoperte. Queste possono avere produzioni diverse e quindi è difficile fare delle stime precise. Il valore dei diamanti da investimento varia di molto a seconda della loro qualità. La produzione può essere di due tipi:

  • gemmologica
  • industriale.

I paesi dove si produce una maggior qualità di quelli del primo tipo (gemmologica) sono:

  • Botswana
  • Russia
  • Angola
  • Canada
  • Congo
  • Brasile.

In passato il Sudafrica è stato uno dei maggiori produttori di diamanti di qualità gemmologica ma negli ultimi anni sono solo industriali. I maggiori estrattori di diamanti industriali sono:

  • Congo
  • Russia
  • Australia
  • Botswana
  • Sudafrica.

Investire nei diamanti

L’investimento in diamanti viene fatto perché essi sono la pietra più preziosa che è possibile trovare in commercio. Le principali borse di diamanti da investimento si trovano in alcune delle città più importanti del mondo:

  • Londra
  • New York
  • Anversa.

Queste forniscono in tempo reale le variazioni di quotazione dei diamanti. Generalmente non si verificano grandi cambiamenti nel periodo di una giornata. Il loro valore risulta essere così alto in quanto risultano difficilmente reperibili. Ciò determina il fatto che il loro valore è destinato a salire nel tempo.

Quindi una forma di investimento di questo tipo può essere più redditizia rispetto all’acquisto di azioni od obbligazioni. Se vuoi scoprire cosa sono tali prodotti finanziari e quali sono gli investimenti ad alto rendimento ti consigliamo la lettura anche dell’articolo sugli investimenti ad alto rendimento.

Come valutare i diamanti?

Per poter valutare il valore di un diamante si utilizza una classificazione del diamante chiamata delle 4 C:

  • carati
  • chiarezza
  • colore
  • taglio.

Il carato corrisponde a 0,22 grammi ed è l’unità con la quale si misura la grandezza dei diamanti. La chiarezza misura i difetti interni presenti nel diamante, definiti inclusioni. Il colore del diamante, invece, riguarda l’aspetto. Una cosa importante da dire è che la maggior parte dei diamanti più preziosi è incolore. Infine il taglio descrive il modo in cui il diamante è stato formato e raffinato.

Inoltre ci sono anche altre caratteristiche che influiscono notevolmente sul valore dei diamanti da investimento, tra cui la fluorescenza.

Diamanti da investimento: la certificazione

Una cosa importante da sapere è che i diamanti da investimento sono accompagnati da un certificato gemmologico. Questo serve ad attestare caratteristiche delle gemme. Inoltre esso è indispensabile per poter confrontare tra loro le pietre e stabilire se il prezzo del diamante è equo. Viene rilasciato da un laboratorio riconosciuto a livello internazionale, che si occupa di analisi gemmologica. Questa è quindi la carta d’identità del diamante e garantisce la sua unicità.

Le quotazioni

Le quotazioni riferite ai diamanti da investimento possono cambiare anche di molto a seconda della qualità delle pietre. Quello che determina il valore reale di questa pietra preziosa riguarda le dinamiche di domanda e offerta del mercato dei diamanti. Inoltre influiscono le caratteristiche possedute come i carati e il taglio.

Il listino Rapaport è quello che viene oggi maggiormente utilizzato da chi opera in questo settore. Ogni settimana viene indicata la valutazione tipica dei diamanti in base ad alcune caratteristiche principali. La quotazione di un diamante può arrivare anche oltre i 10.000 euro.

Ecco dove acquistare i diamanti

In Italia sono pochi gli intermediari che si occupano di questo tipo di business. In generale la maggior parte dei risparmiatori che desidera acquistare diamanti da investimento si affida agli istituti bancari. A loro volta questi ultimi acquistano le pietre preziose da aziende specializzate. 

Come venderli?

diamanti da investimento lucentiPer poter vendere i diamanti ci sono diversi canali disponibili. Il suggerimento è quello di rivolgersi a gioiellerie che lo acquistano secondo la loro valutazione commerciale. In alternativa ci si può rivolgere direttamente ai privati. Questa potrebbe risultare la scelta economicamente più vantaggiosa.

Tuttavia in questo caso è necessario conoscere con precisione il valore reale del diamante. Infine un’altra opportunità è quella di vendere le pietre preziose online tramite siti di e-commerce.

La diversificazione degli investimenti risulta oggi essere una strategia vincente, per questo motivo gli investitori sono alla continua ricerca di nuovi mercati.

Se vuoi approfondire questo argomento ti suggeriamo la lettura dell’ebook:

Investire in diamanti: da principiante a esperto in 10 step.

Inoltre potrebbe essere molto interessante leggere anche questo:

Investire in oro: da principiante a esperto in 10 step (disponibile a breve).

Ora che conosci cosa sono i diamanti da investimento non ti resta che decidere se è adatto alle tue esigenze. E non dimenticare di fare l’assicurazione sui diamanti e conservare le gemme a dovere!