Diamanti prezzi: ecco la guida definitiva 2019. Scopri tutti i dettagli!

0
17712
diamanti prezzi gemma

Condividi questo articolo!

Hai cercato su Google “diamanti prezzi”? Bene! Allora sei nel posto giusto per scoprire il prezzo dei diamanti al carato nel 2019 con tanto di tabella per la quotazione dei diamanti nel 2019! Oggi, con la nostra guida aggiornata al 2019 sui prezzi dei diamanti affronteremo questo argomento che desta molta curiosità e interesse, da più punti di vista. Le domande relative a questo “prezioso” argomento sono diverse e vanno oltre al semplice prezzo della pietra preziosa. Come si riconosce un diamante? Quali sono i parametri che stabiliscono il prezzo sul mercato dei diamanti al carato nel 2019? Esiste una tabella per la quotazione dei diamanti per il 2019?

Questi alcuni dei punti che tratteremo, buona lettura…

Buy gold & silver bullion - Goldbroker.com

Diamanti prezzi: ecco quali sono le regole di base!

Iniziamo con il capire che cos’è un diamante. Si tratta di un minerale composto da un solo elemento, il carbonio, che rientra a pieno titolo in una determinata classe, conosciuta con il nome di: elementi nativi. È importante sottolineare che vi è una precisa differenza tra diamante e brillante. Infatti il diamante non è altro che la materia prima, mentre il brillante rappresenta il tipo di taglio che viene operato (comprensivo di almeno 57 faccette).

Chiaramente, prima ancora di addentrarci nell’argomento, diamanti prezzi, è importante che tu possa capire cosa stai comprando. Ecco perché è necessario parlare innanzitutto di tre cose: certificazione, qualità e infine prezzo (e non dimenticarti dell’assicurazione sui diamanti!).

Diamanti prezzo: certificazione del diamante

carati diamanti prezzo e certificatoPensaci un attimo e ti renderai conto che la certificazione rappresenta uno degli aspetti, anche se non l’unico, più importanti. Se spendi una cifra superiore ai 1.000 euro, allora certamente è un must assoluto. In particolar modo quando si tratta di un diamante “sciolto”, ovvero non incastonato in un gioiello, essere in possesso della relativa certificazione è un fattore determinante. La prova tangibile di ciò che hai pagato e delle caratteristiche che il diamante possiede.

Ad oggi, tra i più validi e apprezzati certificati è importante nominare quelli emessi dai laboratori dell’Istituto Gemmologico Internazionale (IGI) e del Hoge Raad voor Diamant (HRD). Entrambi gli enti presentano sede stabile ad Anversa in Belgio, che per tal motivo viene definita come capitale mondiale dei diamanti per eccellenza. Oltre a questi certificati sopracitati, hanno una buona rilevanza anche quelli emessi dai laboratori del GIA (Gemmological Institute of America) e dall’AGS, istituti presenti sul territorio americano.

Diamanti veri prezzi: attenzione alla qualità dei diamanti

Per determinare i prezzi dei diamanti è indispensabile riuscire a capire e a distinguere quali sono le qualità importanti dei diamanti presenti e debitamente elencate all’interno del certificato. Il fine? Capire come usarle. Un esempio per tutti? Sapere cosa sono le 4 C dei diamanti: Colore, Chiarezza, Taglio (dall’inglese Cut) e Carato (ovvero l’unità di misura delle pietre preziose). Vuoi sapere a cosa equivale un carato? La risposta è semplice. Un carato è uguale a 0,2 grammi. Per ulteriori informazioni sui grammi, leggi l’articolo sui diamanti al grammo.

Diamanti prezzi: iniziamo a parlarne!

prezzo diamantiQuesto ti piacerà sicuramente. Ricorda per prima cosa che, per stabilire il miglior prezzo prima di fare un acquisto, cercando di comprendere quale possa essere quindi il prezzo medio di mercato, è letteralmente dare un’occhiata in giro.

Sembra evidente, infatti, che a parità di qualità e caratteristiche, un diamante acquistato presso un negozio locale risulterà con grande probabilità più costoso rispetto ad un diamante acquistato online. Tuttavia, il consiglio è quello di rivolgersi, se possibile, ad un gioielliere di fiducia, in grado di agevolare la scelta della pietra perfetta.

Considera per prima cosa che il prezzo di tale pietra si calcola tenendo in considerazione il prezzo al carato e la sua lavorazione. Oltre a ciò, è importante considerare che i prezzi dei diamanti per carato salgono in base alla categoria di peso. questo vuol dire, ad esempio, che il prezzo al carato di un diamante da 1 carato è inferiore rispetto a quello di un diamante da 2 carati.

A questo, come detto, si deve aggiungere anche la difficoltà, reale, di trovare in natura pietre abbastanza grandi, quindi dalle dimensioni adeguate per essere tagliate e realizzare gemme grandi.

Cosa sono le 4 C dei diamanti?

prezzo diamanti al carato 2019Abbiamo già accennato che il valore di un diamante dipende da numerosi elementi. Tra questi spiccano certamente le 4 C che tradotte dall’inglese sono:

  • Colore (Color)

  • Purezza (Clarity)

  • Taglio (Cut)

  • Caratura (Carat).

Analizziamo da vicino questi aspetti, per comprendere al meglio da cosa dipendono i prezzi dei diamanti!

Diamanti prezzi: colore dei diamanti

Bene, iniziamo proprio con la famosa scala dei colori dei diamanti. Questa va dalla lettera D alla Z. Devi sapere, infatti, che un diamante perfetto è tale quando non presenta alcun tipo di colorazione. In tal caso si classifica con la D, che rappresenta di fatto il valore più alto. Proseguendo dalla D per arrivare alla F troviamo i diamanti migliori, ideali per pensare all’investimento.

Da G a J, continuando la nostra descrizione, si piazzano i diamanti con colorazione quasi impercettibile a occhio nudo, anche questi rientrano nella categoria di “diamanti ottimi”! Passiamo adesso ai diamanti che si trovano spesso in gioielleria di media qualità. Dalla lettera K alla M, si tratta di pietre che presentano una colorazione giallognola che per sua natura ha la tendenza a confondersi con i colori degli altri materiali presenti su un gioiello.

Infine, vi sono i diamanti di qualità inferiore. Chiaramente, questi ultimi vanno evitati a prescindere, qualsiasi sia il loro prezzo di acquisto.

Purezza dei diamanti

quotazione diamantiGuarda questo adesso. La purezza di un diamante consiste nella presenza o assenza di impurità nella pietra. La maggior parte dei diamanti, infatti, hanno al loro interno piccolissime tracce di carbonio non cristallizzato, elemento da cui traggono origine. Vengono definite inclusioni, e sono a tutti gli effetti impronte digitali naturali che rendono ogni singolo diamante un esemplare unico. È giusto sottolineare che meno inclusioni sono presenti, più la pietra è considerata rara.

Ad oggi esistono tre importanti sistemi di graduazione internazionali usati per la classificazione dei diamanti. Questi sono: GIA, CIBJO e HRD. Un diamante che non presenta inclusioni (dentro e fuori) viene classificato fl, ovvero come “puro” dal sistema GIA, e ancora “puro alla lente” o “internamente puro”. La scala di riferimento presenta otto gradi.

Si parte da IF/FL, come detto, che rappresenta un diamante purissimo, per giungere fino al grado I-3 che, all’interno della scala, rappresenta una pietra con impurità che sono visibili anche a occhio nudo.

Diamanti prezzi: scala di purezza dei diamanti

Di seguito ecco la scala completa per avere un quadro di riferimento chiaro. Indispensabile per definire la purezza, oltre che i prezzi. Procediamo con ordine:

  • FL (Flawless): assenza di inclusioni di qualsiasi tipo, visibili a 10 ingrandimenti da parte di un occhio esperto. Come detto, rappresenta il più alto livello di purezza e corrisponde, di conseguenza, ai diamanti più rari e pregiati.

  • IF (Internally Flawless): anche in questo caso non vi sono inclusioni interne visibili, ma è possibile che siano presenti piccolissime imperfezioni sulla parte esterna.

  • VVS-1 (Very Very Small inclusion 1): i diamanti presenti in questa categoria hanno una sola piccolissima inclusione. Quest’ultima si può vedere a 10 ingrandimenti e solamente da un occhio esperto. E VVS-2 (Very Very Small inclusion 2): in questo caso si riscontrano inclusioni molto molto piccole, anche queste visibili a 10 ingrandimenti, sempre da occhio esperto.

  • Continuiamo con VS-1 (Very Small Inclusion 1): piccole inclusioni visibili soltanto a 10 ingrandimenti. E ancora VS-2 (Very Small Inclusion 2): si tratta di inclusioni molto piccole, con visibilità a 10 ingrandimenti.

  • Passiamo adesso a SI-1 (Small Inclusions 1), SI-2 (Small Inclusions 2) e SI-3 (Small Inclusions 3). Si tratta, di seguito, di piccole inclusioni visibili a 10 ingrandimenti e ancora di quelle che possono essere viste, a occhio nudo, da un osservatore esperto.

  • Finiamo in bellezza con I-1 (Included 1), I-2 (Included 2) e I-3 (Included 3) che rappresentano inclusioni che sono ben visibili a occhio nudo e, scendendo di grado, ne diminuiscono la brillantezza. Per finire con inclusioni che danneggiano la struttura stessa del diamante, rendendolo più fragile.

Ricorda, però, che piccolissime impurità, se situate in una parte marginale del diamante, non ne sminuiscono il suo valore. Ancor più se tali pezzi presentano altre notevoli caratteristiche che compensano la sua leggera imperfezione.

Diamanti prezzi: taglio dei diamanti

Si tratta forse di uno dei parametri meno conosciuti, ma non per questo poco importante quando si parla di prezzi dei diamanti. Anzi. Come risaputo, il taglio perfetto di un diamante è strettamente connesso alla capacità e all’abilità dell’artigiano che effettua il taglio. Oltre che dalle stesse proporzioni della pietra allo stato grezzo.

Possiamo dire che un taglio di qualità dipende da:

  • Proporzioni

  • Simmetria

  • Brillantezza.

tabella quotazione diamanti 2019È evidente che un buon taglio, fatto con la dovuta maestria, è in grado di esaltare le qualità intrinseche di una pietra, mettendone in luce aspetti quali la lucentezza e la trasparenza, qualsiasi sia il punto di osservazione dal quale si osserva il diamante. Al contrario, un taglio mediocre può far sì che il diamante risulti opaco, creando addirittura zone d’ombra che fanno sì che si possa pensare che la pietra abbia in sé qualche difetto.

A quanto detto, è importante aggiungere che nel tempo, rispetto al passato, la forma standard del taglio è cambiata. Un cambiamento a favore di un taglio considerato, probabilmente, meno elegante ma in grado, nonostante tutto, di valorizzare le qualità intrinseche della pietra.

Prezzi diamanti: un valore in continua crescita?

Ecco un’altra cosa. Da anni, ormai, il valore dei diamanti continua a crescere, e in base alle stime effettuate per il 2019, questo trend è in continuo sviluppo. L’aspetto positivo è che questo continuo aumento sembra essere costante nel tempo e, soprattutto, non soggetto alle numerose oscillazioni che interessano alcuni metalli preziosi, come ad esempio l’oro.

In base allo studio di diversi analisti, sembra però che il diamante non rappresenti la scelta perfetta, almeno quando si parla di beni rifugio. Cosa sono i beni rifugio? Questi, come dice lo stesso nome, servono agli investitori per proteggersi in caso di tempesta finanziaria ed economica.

diamanti prezzo

Questi beni non sono sempre gli stessi nel tempo e sono strettamente legati alla percezione del mercato. Se quest’ultimo, infatti, considera che in un momento di crisi un bene possa fungere da protezione, ecco che diventa di conseguenza un bene rifugio. Qualche esempio? L’oro e le opere d’arte.

In tempi tranquilli, quando il mercato è stabile, vengono percepiti come comuni strumenti finanziari. Al contrario, in tempi di instabilità, hanno la tendenza a mantenere inalterato il loro valore, o comunque all’interno di un ben preciso intervallo di prezzo. In alcuni casi, ancora, crescono. O addirittura a crescere.

Diamanti: sono beni rifugio?

costo diamanti al caratoOra, come accennato sopra, il diamante non è considerato come un bene rifugio “perfetto”, dal momento che è suscettibile di soggettività nel determinarne la qualità. Non vi sono dubbi, comunque, che i diamanti ad oggi rappresentino comunque una buona soluzione quando si vuole effettuare un investimento a lungo termine (per saperne di più leggi: Investire in diamanti: da principiante a esperto in 10 step).

Quando si parla di quotazioni ufficiali, è importante ricordare che si tratta sempre di pietre che presentano colore e purezza omogenea. Ma, è giusto sottolinearlo, sono influenzabili sia in maniera positiva che negativa dal taglio della pietra. Il listino usato è il Rapaport, consultabile però soltanto a pagamento.

È importante sottolineare che solamente alcuni istituti sigillano il diamante dopo averne stabilito le sue caratteristiche. Inoltre, come nel caso dell’oro e di altri materiali pregiati, è preferibile acquistare i diamanti soltanto da mercanti di fiducia, che possano provare in maniera inconfutabile la loro serietà e conoscenza del prodotto. Ricorda che un certificato può anche essere falsificato e che una pietra, quando sigillata, è difficilmente analizzabile.

Però, è altrettanto vero che la certificazione dei diamanti, se estratti dalla loro confezione, decade automaticamente.

Diamanti prezzi: che cos’è il Rapaport?

Guarda questo, siamo sicuri ti interesserà visto che hai digitato “diamanti prezzi”. Non si può infatti parlare dei prezzi non accennando al Rapaport Diamond Report, ovvero il listino prezzi, più conosciuto, dei diamanti tagliati. I grossisti lo usano giornalmente per aggiornarsi sulle eventuali variazioni di prezzo dei diamanti venduti all’unità. Anche se viene pubblicato ogni venerdì, non vuol dire che nel corso della settimana debbano per forza esserci delle variazioni.

Il Rapaport si compone di tabelle che precisano e combinano, secondo diversi elementi, i prezzi correnti. I listini dei prezzi vengono calcolati tenendo in considerazione: peso, forma, colore e purezza della pietra.

Se vuoi saperne di più ed affrontare una lettura molto più approfondita, leggi il nostro ebook Investire in Diamanti: Da Principiante a Esperto in 10 Step

Eccoci giunti alla fine di questo articolo aggiornato 2019 sull’argomento “diamanti prezzi”! Ti è piaciuto? Hai ancora delle curiosità o dubbi in merito? Ti consigliamo di leggere anche quello dedicato ai diamanti veri, ai diamanti artificiali e come conservare i diamanti. Continua a seguirci e scrivici, ti risponderemo quanto prima! A presto!