Finanziamento auto senza busta paga: come acquistare una macchina!

0
2741
finanziamento auto senza busta paga macchina nera

Condividi questo articolo!

Ti sei mai chiesto se è possibile ottenere un Finanziamento auto senza busta paga, ovvero senza poter dimostrare di percepire regolarmente uno stipendio?

Vediamo nel dettaglio tutto ciò che serve per richiederlo, se è possibile ottenerlo e soprattutto capire se è necessario avere un garante, o una qualsiasi altra garanzia per avere quanto richiesto. Buona lettura…

Finanziamento auto senza busta paga: di che si tratta?

finanziamento auto senza busta paga soldiLascia che ti spieghiamo subito se è possibile ottenere un finanziamento auto senza busta paga. Una cosa che forse ancora non tutti sanno è che una banca o una qualsiasi società finanziaria non ha alcun interesse a concedere un prestito o un finanziamento (sono due cose diverse, leggi qui: differenza tra prestito e finanziamento) senza avere in cambio delle garanzie. Queste sono necessarie per garantire un ritorno economico.

Cosa vuol dire questo? Che poco importa che coloro che desiderano acquistare una nuova automobile debbano necessariamente presentare una busta paga…

Allora cos’è importante? Chi vuole comprare una nuova automobile, beneficiando di un finanziamento e quindi di una somma di denaro, ha l’obbligo di dimostrare che è nelle condizioni di pagare. Come? Documentando che vi sono delle entrate stabili.

Generalmente le categorie interessate dai finanziamenti sono: lavoratori autonomi, casalinghe, disoccupati, studenti, lavoratori irregolari, imprenditori, e lavoratori dipendenti in possesso di una busta paga. Anche se quest’ultima è già stata usata per far fronte ad un altro prestito o ad un altro finanziamento.

Ora guarda questo. Dopo aver scelto l’automobile in concessionaria, una delle prime domande rivolte all’acquirente è il metodo di pagamento con cui si intende effettuare l’acquisto. Quindi… contanti o rate mensili? Nel momento in cui si decide di optare per le rate mensili, pagando quindi il dovuto in più mesi e un po’ alla volta, l’atto di vendita dell’automobile è contestuale all’inizio di un finanziamento. Quando finisce il finanziamento? Chiaramente, dopo aver rimborsato l’intero importo.

Finanziamenti: acquista ciò che desideri!

Il finanziamento, conosciuto anche con il nome di prestito finalizzato, si differenzia dal prestito proprio perché ha un fine: uno scopo ben preciso per cui si richiede una somma di denaro. Il fine, pertanto, è l’acquisto di un bene materiale o la possibilità di usufruire di un servizio specifico. A differenza del prestito, inoltre, il finanziamento è erogato direttamente a colui che vende il bene (nel nostro caso specifico la concessionaria) o il servizio che il richiedente ha scelto.

In ogni caso per aprire un finanziamento è necessario che la società finanziaria controlli e valuti attentamente la posizione finanziaria del richiedente e, di conseguenza, la presenza di un reddito. Il tutto chiaramente finalizzato a comprendere se il cliente è in grado di pagare le rate del finanziamento richiesto.

In generale, i lavoratori autonomi e gli imprenditori che vogliono comprare un mezzo di trasporto per la propria attività, ma desiderano un finanziamento auto senza busta paga, possono chiedere, sia alle banche che alle società finanziarie, di erogare un prestito fornendo come come unica garanzia il Modello Unico (almeno degli ultimi tre anni).

Ti consigliamo di guardare questo video per saperne di più sul finanziamento auto:

Finanziamento auto senza busta paga: chi può richiedere un finanziamento?

Questo ti piacerà. Andiamo oltre, per un momento, alle categorie sopraelencate ed estendiamo la domanda ad un pubblico più ampio: chi può richiedere un finanziamento? La risposta è semplice. Ecco di seguito l’elenco delle “caratteristiche” che si devono avere per poter fare domanda di finanziamento:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni

  • Essere in grado di dimostrare di avere avere un reddito (a mezzo busta paga, cedolino pensione o dichiarazione dei redditi)

  • Risiedere in Italia

  • Esplicare a cosa serve il finanziamento

  • Indicare la cifra che si desidera finanziare (se parte o intero importo richiesto).

Finanziamento auto senza busta paga: quali documenti ti verranno richiesti?

Quando vuoi richiedere un finanziamento, ma questo vale anche per un prestito, è necessario presentare una documentazione, ovvero:

  • Carta d’Identità e Codice Fiscale

  • Un documento che possa dimostrare che tu abbia un reddito. E quindi avremo, per il lavoratori dipendenti, ultima busta paga e Cud. Per i lavoratori autonomi, dichiarazione dei redditi e per i pensionati, infine, il cedolino della pensione.

  • Se vi sono altri finanziamenti in corso è possibile che ne venga richiesta la documentazione, così come la per le bollette di luce e gas pagate.

finanziamento auto senza busta paga firma

Se queste informazioni sono fornite direttamente dal richiedente, anche le finanziarie fanno dei loro accertamenti, investigando sui “precedenti” del soggetto. Questa ricerca avviene tramite le cosiddette Centrali rischi.

È chiaro che se il richiedente risulta essere un cattivo pagatore, difficilmente otterrà un finanziamento o un prestito (per saperne di più, leggi: prestiti veloci per cattivi pagatori). Ti basti sapere che per essere iscritto nella lista dei cattivi pagatori è sufficiente non pagare la rata mensile di un finanziamento/prestito.

Finanziamento auto senza busta paga: quali sono le tempistiche per avere un finanziamento?

finanziamento auto senza busta paga tempoEcco un’altra cosa importante da sapere. Quanti giorni passano per avere un finanziamento? Bene, la risposta a questa domanda è: dipende. Da cosa? Se a prendersi carico del finanziamento è la concessionaria stessa o una società indipendente. In ogni caso, dopo poche ore o alcuni giorni, generalmente, la società che eroga il prestito è in grado di saldare alla concessionaria l’intero importo che il cliente ha richiesto venga rateizzata.

Ed è a questo punto che si può passare alla fase successiva, ovvero far immatricolare l’auto acquistata, o procedere con il passaggio di proprietà se invece la macchina comprata rientra nella categoria dei mezzi usati.

Finanziamento auto senza busta paga: alternative?

Come abbiamo già detto, difficilmente una banca concederà un finanziamento a chi non possiede un reddito dimostrabile. Allora che fare, bisogna rinunciare? No, ma cercare un’altra soluzione che possa soddisfare le esigenze di tutti. Infatti, non è un segreto che, viste le attuali difficoltà economiche, sempre più spesso sia gli istituti bancari che quelli di credito concedano un prestito senza busta paga.

A garanzia che il pagamento verrà effettuato, viene chiamato in causa un garante, ovvero un soggetto (padre, madre, fratello, figlio, marito o moglie) in grado di assicurare l’estinzione del debito, tramite fidejussione con beneficio di escussione o con una solidale.

Non è ancora da escludere che si possa ottenere un finanziamento, nel caso in cui il soggetto richiedente riscuota il canone di locazione di un immobile di proprietà, fermo restando che tutti gli altri requisiti siano rispettati.

Finanziamento auto senza busta paga: in concessionaria o in finanziaria?

In generale, quando si parla di finanziamento per acquistare una macchina, a rate o con altre soluzioni, è giusto optare per la soluzione in grado di rispecchiare al meglio le proprie esigenze. Risulta evidente, pertanto, che scegliere il miglior finanziamento, faccia parte di queste esigenze, da non trascurare in alcun caso.

A tal riguardo vi è la possibilità di scegliere tra due diverse, ma altrettanto valide soluzioni: il prestito finalizzato all’acquisto di un automobile, ottenibile per via diretta in concessionaria, o un prestito personale, richiesto quest’ultimo direttamente ad un istituto finanziario. Scendiamo nel dettaglio…

Prestito finalizzato in concessionaria

Possiamo dire che il finanziamento contratto all’interno della concessionaria rientra nella categoria dei prestiti finalizzati. Che cosa sono? Ecco la definizione: si tratta di una forma di finanziamento che viene concesso da un istituto/società di credito. È possibile ottenerlo presso gli esercizi commerciali che vendono beni e/o che erogano un tipo di servizio. Il finanziamento è rigorosamente connesso all’acquisto che il soggetto interessato desidera fare.

finanziamento auto senza busta paga portafoglio

È infatti importante capire che nel momento in cui si opta per un prestito finalizzato non vuol dire ottenere del denaro liquido da una banca o da una finanziaria ma la possibilità di pagare in comode rate mensili ciò che si è acquistato, nel nostro caso specifico un’automobile. Il denaro, infatti, non viene accreditato al soggetto richiedente ma direttamente all’esercizio che vende o presta il servizio desiderato e per cui si è richiesto il finanziamento.

Ora guarda questo. Chiusa la breve parentesi sulla definizione di prestito finalizzato, è possibile dire che quello emesso dalla concessionaria, configurandosi per l’appunto come prestito finalizzato, ha un tasso di interesse fisso. Possiamo dire, inoltre, che questa precisa tipologia prevede un piano di ammortamento a rate, con scadenza mensile, per un periodo di tempo che viene concordato prima dalla concessionaria stessa.

I tempi calcolati vanno da un minimo di 6 mesi e possono essere dilazionati nel tempo. La durata dipende dalla finanziaria con cui la concessionaria ha stipulato la convenzione e può essere anche più lunga (72/84 mesi).

… e ancora

Puntualizziamo una cosa. In linea teorica, ma anche pratica, è quindi il rivenditore di macchine, conosciuto anche con il nome di dealer (letteralmente “commerciante”), che prende accordi con una, ma anche più se possibile, società finanziaria. Per ogni finanziamento stipulato, il venditore percepisce una commissione, motivo per cui non vi è dubbio che abbia un grande interesse nel consigliare e nel far sì che vada importo un atto di vendita con finanziamento.

È sempre il rivenditore, infine, che si occupa della pratica che viene sottoscritta dall’acquirente, inviando tutta la documentazione, compilata e firmata, all’ente che eroga il finanziamento.

Una volta che il finanziamento è stato approvato, la società che eroga versa la cifra richiesta direttamente al rivenditore convenzionato. In questo modo l’importo corrispondente per l’acquisto dell’automobile viene anticipato, per conto dell’acquirente. Quest’ultimo, ovviamente, vincolato dal finanziamento, si impegna a restituire alla società finanziaria la somma ricevuta. Il rimborso, che come detto avviene a rate mensili, deve anche tener conto degli interessi e, eventualmente, anche di alcune spese aggiuntive.

Considera questo. Il contratto del prestito e quello di acquisto della vettura sono due cose distinte e separate. È importante che nel contratto del prestito vengano indicate l’intero importo finanziato e i dati relativi alla macchina, insieme al documento che possa certificare l’avvenuto acquisto. Chi può usufruirne? Possono richiederlo soggetti di maggiore età che non siano iscritti nella lista dei cattivi pagatori, che siano in possesso di un reddito sostenibile e che, infine, siano in grado di dimostrare di avere tutte le garanzie che la banca richiede.

Passiamo ad un altro prestito personale: quello in finanziaria

Non possiamo concludere questo articolo sul finanziamento auto senza busta paga senza trattare quest’ultimo argomento. Si tratta di un altro tipo di prestito personale, erogato da una finanziaria. Quando il finanziamento viene stipulato all’interno di un istituto di credito, le modalità e la procedura cambiano. Non solo, risultano essere anche più flessibili.

Che cosa succede all’atto pratico? È il compratore che sceglie a chi rivolgersi, non la concessionaria. Questo consente al soggetto acquirente di selezionare in prima persona l’ente finanziario, magari di fiducia, a cui chiedere il denaro necessario per acquistare una macchina, sia essa nuova o di seconda mano.

Aspetta c’è dell’altro. Nel caso in cui il prestito serve a finanziare l’acquisto di una macchina usata, è importante sapere che la cifra erogabile viene calcolata sulla base dei listini di valutazione messi a punto da Eurotax.

Di che si tratta? Possiamo definirlo come un listino che viene usato dagli addetti del settore per comprendere quale sia il valore reale valore (all’interno del mercato di riferimento) di una macchina usata. Dal momento che, perlopiù, la compravendita di automobili di seconda mano avviene tra privati e concessionari, risulta evidente come questo strumento possa fare la differenza anche, e soprattutto, per i privati.

Finanziamento auto senza busta paga: ecco i vantaggi

Pensi che ci siano dei vantaggi nell’optare per questa scelta? Bene, hai ragione. La durata del finanziamento, infatti, è minore se paragonata ad un finanziamento sottoscritto per comprare una vettura nuova. La variabilità, chiaramente, è strettamente connessa e dipendente dal valore commerciale della stessa macchina che si vuole acquistare. E quindi sarà necessario fare attenzione a elementi quali l’anno d’immatricolazione e il chilometraggio, prima di iniziare tutto l’iter burocratico per richiedere il prestito.

Questo finanziamento, a differenza del Prestito finalizzato in concessionaria, non si configura però come prestito non finalizzato. Questo risulta essere un altro vantaggio, dal momento che il cliente può disporre della cifra, selezionando personalmente le condizioni ideali di acquisto, mettendo a confronto più offerte tra loro. La somma pattuita, come se non bastasse, viene accreditata sul conto corrente intestato al cliente.

È tutto oro quello che luccica? Chiaramente no. È importante sapere, infatti, che con questo prestito i tassi di interesse sono più alti. Perché? Il motivo è semplice. Perché per la banca non vi sono ulteriori forme di garanzia.

Bene, questo è ciò che c’è da sapere sul finanziamento auto senza busta paga. Abbiamo abbracciato l’argomento ad ampio raggio e speriamo di aver chiarito i tuoi dubbi e le tue incertezze. Per qualsiasi curiosità o approfondimento, siamo qui per te. Scrivici e continua a seguirci! A presto!