Investire in oro con le azioni: ecco la guida aggiornata 2019

0
1007
investire in oro con le azioni luccicante

Condividi questo articolo!

Investire in oro con le azioni: scopri tutto ciò che c’è da sapere!

Investire nell’oro finanziario

L’oro da investimento: bene rifugio e una delle poche grandi sicurezze per chi intende mettere a frutto i propri risparmi in una fase così incerta per il mercato. Ma l’oro fisico, ovvero lingotti e monete d’oro, non è l’unica possibilità di investimento offerta dal nobile metallo. Esiste, infatti, anche la possibilità di comprare oro con le azioni in Borsa, o di investire nel cosiddetto oro finanziario. Vediamo come.

Investire in oro con le azioni: cos’è l’oro finanziario

La tendenza generale relativa all’oro è quella al rialzo. Questo trend è legato prima di tutto alla relativa rarità del metallo prezioso, e poi a una richiesta che – a livello mondiale – non dà segni di flessione. Si aggiunge a questi due aspetti, poi, l’etichetta di bene rifugio che l’oro si è guadagnata nel corso dei decenni, diventando punto di riferimento sia per investitori privati sia per quelli istituzionali. Un discorso valido non solo per l’oro fisico, ma anche per quello finanziario.

Ma cos’è l’oro finanziario? Il termine indica tutti gli strumenti finanziari complessi – molto differenti gli uni dagli altri – che sono legati all’andamento della quotazione dell’oro. La caratteristica comune di questi strumenti è, appunto, l’assenza di fisicità. È evidente, dunque, che si tratta di procedure di carattere finanziario speculativo.

L’oro finanziario funziona come un conto in valuta, basandosi su un ampio ventaglio di strumenti finanziari. Rappresenta una forma piuttosto comoda di investimento, anche se porta con sé una serie di difficoltà gestionali e un livello di rischio sensibili.

L’oro finanziario, o anche oro cartaceo, è rappresentato dai titoli sulle miniere d’oro, dai fondi d’investimento mirati su valori in oro e dai certificati. Rispetto all’oro fisico, offre alcuni vantaggi pratici:

  • Non richiede la fase di stoccaggio. Non comporta l’uso di casseforti né tantomeno di spese di custodia

  • Ha una redditività più rapida. Consente di realizzare delle plusvalenze elevate senza cercare acquirenti fisici, ma ricorrendo alla speculazione e alla mediazione del trading online.

Il settore dell’investimento in oro finanziario offre numerose strade da percorrere, caratterizzate da livelli di rischio altrettanto differenti.

Investire in oro con le azioni: certificati di investimento

investire in oro con le azioni graficiI certificati di investimento sono prodotti derivati, il cui valore è determinato direttamente dall’andamento del valore dell’oro. Si tratta, in pratica, di strumenti di debito emessi dalle Banche, che però presentano un sensibile livello di rischio.

I certificati, infatti, comportano il rischio di perdita dell’intero capitale in caso di fallimento dell’istituto bancario emittente.

Le azioni in oro

Non esiste la possibilità di investire comprando direttamente azioni dell’oro. È possibile, tuttavia, fare investimenti acquistando azioni di società minerarie. Queste società hanno un andamento finanziario strettamente legato a quello del metallo prezioso che estraggono. Investire, in questo caso, significa scommettere sull’andamento del prezzo dell’oro, assumendosi quindi il rischio in relazione alle società minerarie. Questa via rappresenta una scelta più prudente: il rischio è legato alla stabilità finanziaria delle società su cui si è investito.

Investire in oro con le azioni: Futures e Opzioni

Parliamo di strumenti finanziari derivati: i Future e le Opzioni. Il loro valore dipende dal bene che si è scelto e su cui sono stati costruiti i loro contratti. Come in altri casi, anche questi strumenti sono legati all’andamento dell’oro, offrendo guadagni connessi al rialzo. Attualmente, i Futures costituiscono lo strumento più utilizzato per investire sull’oro finanziario.

Si tratta, in pratica, di contratti derivati acquistabili in Borsa per effettuare una politica di investimento sull’oro. Si può “giocare” sul rialzo o sul ribasso, guadagnando sia sull’aumento sia sulla flessione del prezzo. I Futures, inoltre, offrono il vantaggio di poter ricorrere alla leva finanziaria. Un limite di questo tipo di investimento è la difficoltà che presenta per un investitore alle prime armi. I Future, infatti, sono prodotti per speculatori professionisti o operatori professionali, anche per il rischio cui sono esposti.

Investire in oro con le azioni: piano di accumulo

Un’opzione spesso scelta da chi investe in oro è quella del Piano di Accumulo in oro finanziario. È una opzione resa praticabile dal fatto che necessita di un intermediario autorizzato. In pratica, è un operatore specializzato a investire e disinvestire le somme versate dal cliente in once d’oro. E le somme destinate possono essere, di volta in volta, anche molto contenute. L’unica controindicazione viene dalle quotazioni dell’oro, in particolare da fasi di ribasso.

Investire in oro con le azioni: Gold Swaps e Gold Warrant

investire in oro con le azioni frecciaEcco altri due strumenti di tipo derivato. Swaps e Warrant sono correlati direttamente con l’oro e, nel caso degli Swaps, è possibile avere una immediata conversione.

A ciò si aggiunge la possibilità di ricevere un interesse. In particolare, i Gold Warrant sono opzioni sull’oro assimilabili alle azioni e alle obbligazioni. Per questo motivo presentano un livello di rischio diverso rispetto ai Future e alle Opzioni. Alcuni Warrant, poi, vengono offerti con un tasso d’interesse, e possono anche essere convertiti in oro, prima o dopo la scadenza del titolo.

Investire in oro con le azioni: ETF e ETC

Parliamo ora di due tra i più importanti strumenti collegati all’andamento dell’oro. Gli Exchange Traded Funds – TTF – e gli Exchange Trades Commodities – ETC. Gli ETF sono degli investimenti collettivi, e includono l’oro ma non solo. Gli ETC sono invece collegati unicamente all’andamento aureo. Entrambi i fondi, dunque, replicano l’andamento della materia cui sono agganciati.

Per cui, se la quotazione dell’oro – ad esempio – fa registrare un aumento del 2%, anch’essi faranno segnare una crescita della stessa portata. Nel caso di acquistino EFT, inoltre, gli investitori si muovono come nel caso avessero acquistato il bene fisico, dovendo poi pagare gli interessi derivati.

Investire in oro con le azioni: trading e Opzioni binarie

Una delle caratteristiche intrinseche dell’oro è la sua volatilità. Questa “dote” ben si sposa con le attività di trading a breve e medio termine. A partire dalla fine del 2015, l’interesse degli investitori nei confronti dell’oro finanziario è andato crescendo costantemente, con quotazioni che attraggono sempre più gli speculatori.

Operare nell’ambito dell’oro è, quindi, diventato un interessante investimento a lungo termine. Soprattutto per quegli investitori che intendono “coprire” il resto dei loro asset. In molti casi, addirittura, l’oro è diventato un metodo di risparmio. Le piattaforme di Trading consentono di investire nell’oro, offrendo rendimenti decisamente interessanti e, anche, in tempi brevi. In pratica, è possibile investire sui movimenti del metallo prezioso, ottenendo profitti sul rialzo o sul ribasso della sua quotazione.

Le Opzioni binarie rappresentano il metodo più facile per ottenere plusvalenze giocando sulle oscillazioni della quotazione dell’oro. Si investe dunque scommettendo sull’aumento o sul calo del prezzo aureo in riferimento all’intervallo di tempo prescelto. In altri termini: si stabilisce se al termine di un lasso di tempo indicato – di solito breve – il prezzo dell’oro sarà superiore o inferiore a quello di partenza.

Si guadagna o si perde quanto si è investito sull’opzione. Per operare in questo senso è necessario aprire un conto reale su una piattaforma di opzioni binarie.

Investire in oro con le azioni: Trading Cfd

Oltre alle Opzioni binarie, è possibile investire anche con le Trading Cfd. Anche questo tipo di trading si svolge su piattaforme gestite da broker autorizzati. Anche in questo caso, si scommette sull’andamento del bene di riferimento prescelto. A differenza del Trading binario, tuttavia, i guadagni sono proporzionali all’oscillazione del prezzo dell’oro, e dipendono anche da un’approfondito processo di analisi finanziaria.

Non dimentichiamo, infatti, che le quotazioni di questo metallo sono soggette all’influenza di numerosi fattori, subendo cambi di direzione anche improvvisi. Il pregio del trading sta, dunque, nella possibilità di operare stando a casa e in tempi rapidissimi. Per fare Trading di CFD – Contratti Finanziari Derivati – è necessario aprire un conto corrente reale su una delle numerose piattaforme di trading attive sul mercato.

Fatta questa operazione, l’investitore potrà puntare sull’andamento delle quotazioni dell’asset sottostante legato all’oro. Il consiglio degli operatori e degli esperti del settore è quello di esercitarsi sempre su un Conto Demo, prima di intraprendere qualsiasi attività in tal senso.

Consigli utili per l’investimento in oro finanziario

investire in oro con le azioni calcolatriceSappiamo che il clima economico e l’andamento dei mercati influenza direttamente i valori dell’oro. È buona norma, quindi, avere sempre un attento controllo della situazione finanziaria, grazie a un costante aggiornamento. Un altro “parametro” da tenere in considerazione è l’andamento del dollaro.

L’oro, infatti, viene valutato e acquistato nella divisa americana, per cui è necessario monitorare la parità tra dollaro ed euro. Così da individuare il momento migliore – in base alla parità tra le due monete – per poter investire sull’oro nel momento di migliore tasso di cambio.

Un altro elemento che può rivelarsi strategico per un buon investimento sulle quotazioni di Borsa è rappresentato da una buona intermediazione. Un operatore professionale, quindi un operatore riconosciuto e accreditato sul mercato, infatti, è in grado di offrire al cliente tutti gli strumenti e le conoscenze necessarie per operare con profitto sul mercato delle azioni. Evitandogli così di affrontare le tematiche e le valutazioni più tecniche che riguardano da vicino non poche forme di investimento in oro finanziario.

La quotazione dell’oro

Il valore dell’oro è stato – negli ultimi anni – soggetto a un aumento costante. C’è da dire che la quotazione di questo metallo è stabilita con riferimento all’oro puro, a 24 carati. Le transazioni, quindi, avvengono senza il necessario intervento di intermediari, in maniera diretta tra chi vende e chi compra.

Il mercato dell’oro, dunque, è estraneo alla regolamentazione di Borsa, e si distingue per il fatto di non avere limiti e orari. La determinazione del valore è guidata e controllata dalla Borsa di Londra. Quest’ultima fissa la quotazione e la comunica due volte al giorno in tutto il mondo.

Oro finanziario: pro e contro

Acquistare oro finanziario significa, dunque, entrare in possesso di prodotti che replicano l’andamento dell’oro. Parliamo di titoli – prima cartacei e oggi file virtuali – il cui valore sale o scende seguendo il prezzo dell’oro fisico. È, quindi, una via più veloce rispetto a quella rappresentata dall’investimento in oro fisico.

Queste caratteristiche fanno dell’oro finanziario un’opportunità valida del breve periodo, tendenzialmente sconsigliabile – invece – nel medio e lungo termine. Il modo più semplice per puntare sull’oro finanziario è quello rappresentato dall’acquisto di fondi o di certificati specifici.

Un altro investimento consigliabile è quello sugli ETC, strumenti quotati che consentono di investire anche su una singola materia prima per volta. In definitiva, puntare sull’oro di carta, come un tempo era definito l’oro finanziario, può rappresentare un’opzione comoda e veloce. Ma bisogna tenere conto dei rischi aggiuntivi, che questo questo settore d’investimento può riservare ai risparmiatori.

Tra questi c’ è il rischio di insolvenza da parte dell’emittente, soprattutto in relazione agli ETC. Quanto agli EFT, i fondi le cui quote vengono negoziate in tempo reale – invece – va detto che comportano costi ridotti di transazione e una relativa semplicità di operazione. Un motivo che rende questo strumento uno dei più diffusi.

L’investimento in azioni minerarie, dal canto suo, è quello che presenta minore margine di rischio. Non come i Future, con i quali si deve essere del tutto pronti ad assumersi rischi anche elevati. Tuttavia, a ciò va aggiunto, comunque, che l’opzione dell’investimento in oro finanziario non esclude quella in oro fisico. Anzi. In base alle proprie esigenze e alle proprie disponibilità, può essere molto vantaggioso diversificare.

L’abbinamento tra oro fisico e oro finanziario, dunque, rappresenta una delle prospettive più equiilbrate per investire il proprio capitale. Sempre cercando di evitare le soluzioni maggiormente rischiose.

Conclusioni

investire in oro con le azioni successoGiunge così al termine questo approfondimento sugli strumenti finanziari e azionari offerti dal mercato in riferimento all’oro finanziario. Gli elementi che emergono, in prima battuta, evidenziano il valore e le possibilità offerte da questo settore, sottolineandone, però le criticità e il grado di rischio.

Senz’altro, quello dell’oro inteso come possibilità di investimento è un argomento da approfondire e conoscere sotto tutti i suoi aspetti. A partire da quale tipologia di oro comprare. A questo proposito, ti consigliamo di leggere un articolo dedicato a quale oro comprare che potrà risultare piuttosto interessante e chiarificatore su quale tipo di oro acquistare.

Insieme a consigli pratici relativi a costi, qualità, modalità di produzione e possibilità di investimento. A ciò aggiungerei un’approfondita quanto completa guida sull’oro da investimento aggiornata al 2019. In questo articolo che ti propongo troverai tutto quanto c’è da sapere sui metalli preziosi, sulle diverse possibilità di investimento e sui punti di forza dei beni rifugio.