Investire nella seconda casa conviene? Scopri la risposta!

0
767
investire nella seconda casa conviene fiume

Condividi questo articolo!

Investire nella seconda casa conviene? Ecco qui tutte le informazioni che ti servono…

Se stai cercando di capire se conviene comprare una seconda casa, sei capitato nel posto giusto. In questo articolo, infatti, esamineremo in maniera ampia e approfondita le possibilità offerte dall’investimento in uno dei beni rifugio più richiesti da parte degli italiani.

Gli investimenti immobiliari, nonostante le difficoltà che negli ultimi anni hanno interessato il mercato, rimangono pur sempre un’opportunità per molti risparmiatori e investitori. Questi ultimi preferiscono impegnare la loro liquidità, acquistando un immobile da sfruttare poi come seconda casa o ricavarne una rendita.

Seconda casa da mettere a reddito: i costi

investire nella seconda casa conviene salottoInvestire in una seconda casa da mettere a reddito può rappresentare una soluzione decisamente vantaggiosa.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare, infatti, l’eventualità di acquistare una seconda casa si presenta in maniera estremamente interessante. A patto però di non dimenticare la fase di analisi delle possibilità e degli aspetti collaterali legati a questo tipo di investimento.

Come sempre, infatti, prima di fare una scelta – è necessario valutare con attenzione tutte le condizioni all’interno delle quali si matura una decisione di questo genere. Ovvero, è di vitale importanza saper valutare vantaggi e rischi di un’operazione immobiliare.

In particolare, non solo l’acquisto, ma anche la gestione di una seconda casa comporta costi non indifferenti.Tra questi i principali sono rappresentati dalle spese condominiali, e dalle imposte.

Investire nella seconda casa conviene? Imposte indirette

  • Iva o imposta di registro
  • Imposta catastale
  • Imposta ipotecaria

Investire nella seconda casa conviene? Imu e imposte patrimoniali

Da alcuni anni, la legge ha introdotto una riduzione del 50% sull’imposizione fiscale per il comodato d’uso gratuito genitori-figli. Ciò significa che, se la casa acquistata per investimento viene destinata ai figli, comporta un’imposta ridotta. Inoltre, l’Imu viene ridotta al 75% nel caso si sia optato per affitto con patti concordati o in deroga. Oltre all’Imu, ci sono anche la Tasi e la Tari.

Investire nella seconda casa conviene? Spese condominiali

Una voce ovviamente presente in ogni stabile, e che varia a seconda dell’entità e del valore dei consumi e delle spese che rientrano nel bilancio condominiale.

Investire nella seconda casa conviene? Spese di ristrutturazione/manutenzione

Oltre all’imposizione fiscale, una casa può necessitare di interventi di ristrutturazione o di manutenzione anche impegnativi e, in molti casi, programmati anche a livello condominiale.

Naturalmente, si deve tenere presente che i proventi dell’affitto possono andare a coprire questi costi. La redditività degli immobili da affitto diventa più interessante, poi, in relazione a quelle aree del Paese che hanno visto – nel corso degli ultimi anni – una svalutazione dei prezzi d’acquisto delle case, a fronte di affitti rimasti tendenzialmente invariati.

Seconda casa da mettere a reddito: i vantaggi

I prezzi degli affitti seguono, naturalmente, la legge della domanda e dell’offerta. Per questo motivo, la redditività di un immobile dipende dalla sua collocazione e dal suo stato. Negli ultimi anni, i dati a nostra disposizione ci raccontano che è quasi triplicata la quota degli affitti brevi. Tale richiesta è cresciuta soprattutto in riferimento ai flussi turistici, ma anche a necessità lavorative o momentanee di un crescente numero di utenti. È questa, dunque, una delle voci più interessanti per quanto riguarda l’affitto.

Uno dei principali vantaggi dell’affitto è rappresentato dalla cedolare secca, ovvero un regime fiscale che consente di separare i guadagni provenienti dall’affitto dal reddito lavorativo personale. Inoltre, la tassazione relativa a questo tipo di reddito è tassata al 20%, e si paga dunque una imposta sostitutiva rispetto all’Irpef, esente dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo.

In senso generale, comprare una seconda casa comporta un costo doppio rispetto alla prima. In particolare, l’acquisto di un appartamento come investimento immobiliare deve essere effettuato tenendo conto della sua redditività futura. La modalità migliore per l’affitto è quella rappresentata dalle locazioni di lunga durata. Il motivo è legato alla prima necessità originata dall’acquisto: ripagare l’eventuale mutuo acceso per l’occasione e coprire i costi annui di gestione e di manutenzione e le tasse.

Cosa fare allora?

investire nella seconda casa conviene bagnoLa scelta di un immobile, in questo senso, deve dipendere dalla destinazione d’uso e dalla sua collocazione geografica. Le aree più redditizie dove compiere un investimento immobiliare, sono le città d’arte o di villeggiatura, le zone ben servite da mezzi di trasporto e, infine, quelle adiacenti a sedi universitarie.

Una possibilità legata all’acquisto di una seconda casa è rappresentata dalla sua conversione in struttura ricettiva. In particolare, la formula del B&B rappresenta una frontiera in grande espansione negli ultimi anni, a fronte di una richiesta che è diventata decisamente imponente.

Di sicuro, l’approccio migliore all’investimento nel mattone è quello che vede impegnato nell’acquisto un capitale di partenza, senza quindi ricorrere alla necessità del mutuo. In questo caso, la messa a reddito dell’immobile non sarà gravata dal periodico pagamento del debito contratto con una banca per finanziare l’acquisto.

In questo ambito, i risparmiatori/investitori mirano a un investimento a lungo termine, che sia in grado di garantire, quindi, una rendita sicura e costante nel tempo, a fronte possibilmente di una rivalutazione del bene.

Alcuni consigli pratici per investire nelle seconde case

Prima di procedere all’acquisto di un immobile come seconda casa, oltre agli aspetti che abbiamo evidenziato, ci sono altri elementi che dovrai tenere presenti.

  • Punta sugli immobili più richiesti

Prima di tutto, ricorda che l’immobile ideale da comprare è anche quello che risponde in maniera più evidente alle richieste del mercato. Ad esempio, puoi prendere in considerazione il fatto che i mono e bi-locali sono i formati immobiliari più richiesti, rappresentando ben il 70% della richiesta di appartamenti in locazione.

  • Rivolgiti a un professionista

Un professionista del settore immobiliare può rappresentare un’ottima soluzione per quanto riguarda la ricerca di un inquilino referenziato e affidabile, e che quindi garantisca un pagamento stabile e sicuro nel tempo.

  • Verifica la situazione condominiale

Per garantirti un rendimento elevato dall’affitto di una seconda casa, ricorda di verificare – prima di prendere in considerazione l’acquisto – il livello di spese condominiali. A ciò si aggiunge la verifica sull’eventuale previsione di spese di manutenzione straordinaria programmate per l’immobile. In questo senso, va sempre controllato che la delibera di spesa sia stata adottata prima dell’acquisto dell’immobile. Al contrario, se è in via di deliberazione, la spesa ricadrà necessariamente anche sul neo-proprietario.

A questo punto possiamo davvero dire di aver esaminato fino in fondo se investire nella seconda casa conviene. Ma potrai continuare ad approfondire ulteriormente le modalità e le possibilità offerte dagli investimenti immobiliari, leggendo questo articolo dedicato proprio all’investire in appartamenti.

Qui troverai un esauriente approfondimento su tutti gli aspetti che riguardano questo tipo di investimento in un bene rifugio per eccellenza. Inoltre, ti propongo anche di scoprire come vivere di rendita affittando case. Un argomento che non mancherà di interessarti e aprirti interessanti prospettive.

E ora, buona lettura. E buoni investimenti!