Tasso di cambio: scopri che cos’è e come calcolarlo in questa guida

0
1023
tasso di cambio calcolatrice

Condividi questo articolo!

Vuoi scoprire tutti i dettagli sul tasso di cambio? Allora sei nel posto giusto!

Ecco come si calcola la conversione di denaro in un’altra valuta

tasso di cambio atmOgni stato possiede una propria valuta che presenta differenze rispetto alle altre di valore e di conseguenza di potere d’acquisto. Per convertire una moneta in un’altra viene stabilito un valore del cambio. Ma il tasso di cambio cos’è? Qui vediamo in cosa consiste e quale è la sua origine. Inoltre spieghiamo cos’è il mercato valutario e i regimi e le diverse tipologie di tassi di cambio.

Analizziamo anche le principali influenze relative alla conversione dell’euro. Infine parliamo dei principali strumenti che si possono trovare online che consentono di convertire le valute.

La sua origine

Il mercato dei cambi nasce ufficialmente nel 1971. In precedenza veniva seguito quanto stabilito dagli accordi di Bretton Woods del 1944. In questa occasione viene fissato per la prima volta in assoluto il tasso di cambio tra le diverse valute e il dollaro. Inoltre si stabilisce anche il cambio tra quest’ultimo e l’oro che è di 35 dollari per ogni oncia. Il mercato valutario prende però definitivamente piede negli anni 80 con l’arrivo dei personal computer che ha dato un’importante accelerazione ai movimenti di capitali internazionali.

Cos’è il Forex?

Il Forex è il mercato valutario globale decentralizzato che viene utilizzato per lo scambio di valute. Comprende tutti gli aspetti relativi a questa particolare operazione che sono fatte a prezzi attuali o prestabiliti. Questi sono:

  • acquisto
  • vendita
  • scambio.

Il volume medio degli scambi che vengono effettuati giornalmente è superiore a 5 trilioni di Dollari statunitensi.

Cos’è il tasso di cambio?

Una delle domande principali che ci si pone in riferimento al mercato valutario è: il tasso di cambio cos’è? Esso consiste nella quantità di una certa moneta che è necessaria per acquistare un’unità di u’ altra. In sostanza è un’unità di valuta che viene espressa in un altro tipo di valuta. Quest’ultimo viene determinato dal diverso valore di mercato che hanno le monete sul mercato internazionale. Risulta essere uno strumento molto interessante per confrontare lo stato di salute e la competitività economica dei diversi paesi.

I due regimi di cambio

Le autorità di ogni singolo paese possono scegliere se permettere alla propria moneta di cambiare liberamente. Ciò viene fatto in relazione alle circostanze che si verificano in ogni nazione. Dunque sono due i regimi di cambio esistenti. Si tratta di:

  • regime variabile
  • regime fisso.

Nel primo caso le valute possono aumentare o diminuire di prezzo in base alla domanda e all’offerta del mercato. Un esempio di ciò è riscontrabile in quanto avviene per la sterlina inglese e l’euro nei confronti del dollaro americano. Nel secondo invece accade che due valute non sono libere di fluttuare oltre certi valori massimi e minimi.

Le banche centrali dei paesi che adottano un regime di questo tipo intervengono spesso sul mercato acquistando e vendendo la valuta per cambiarne il valore. Ciò viene fatto nel tentativo di mantenere il tasso di cambio costante.

I principali vantaggi e svantaggi dei due regimi

Ma non è tutto, per comprendere il tasso di cambio cos’è è necessario capire anche gli aspetti positivi e negativi derivanti dall’adozione di questi due regimi. Per prima cosa bisogna dire che il sistema fisso ha il potere di favorire le esportazioni. Questo in quanto si sa per certo che il valore di una moneta rispetto ad un’altra non cambierà nel tempo. Ciò determina un aumento di fiducia nei commercianti. Tuttavia nel caso in cui i valori non siano in linea è molto difficile riuscire a bilanciarli. per fare questo è necessario attuare politiche di tutela.

Con un regime libero si ha il vantaggio di poter riallineare i valori della bilancia dei pagamenti. Uno degli svantaggi della libertà del tasso potrebbe riguardare le possibili speculazioni sulle valute che potrebbero verificarsi sul mercato valutario. Ma ciò è comunque difficile in quanto il mercato di riferimento date le sue grandi dimensioni non è facilmente manipolabile.

Le tipologie di tassi di cambio

Quando si parla del tasso di cambio, è necessario considerare quali sono le diverse tipologie che vengono utilizzate. Infatti ne esistono di tre tipi. Queste sono:

  • tasso di cambio nominale
  • tasso di cambio reale
  • cross rate.

Il primo rappresenta quanta moneta è necessaria per acquistare un’unità di valuta estera. In questo caso può verificarsi un apprezzamento o un deprezzamento di questo rapporto di cambio. Quello reale  è invece il rapporto tra un certo numero di beni di un paese rispetto agli stessi di un altro. Ciò consiste dunque nel valore a cui i due beni sono scambiati.

Il tasso di cambio reale aumenta se aumentano i prezzi del proprio paese rispetto a quelli di un altro. Nel caso in cui il tasso nominale diminuisca quello reale si rivaluta. L’ultimo lo si utilizza per indicare il calcolo del tasso di cambio in maniera indiretta. Ciò viene fatto confrontando i valori che si conoscono di due monete con una terza.

Cosa influisce sul tasso di cambio dell’Euro?

Ci sono molti fattori che influiscono sul cambiamento del tasso di cambio. Ciò avviene per tutte le valute. Per quanto riguarda in modo particolare l’euro questo riguarda principalmente la politica economica adottate dalla Banca centrale europea, la BCE.  Inoltre influiscono anche le decisioni prese dalle altre banche centrali. Anche situazioni politiche impreviste o che generano incertezza possono determinare il verificarsi di cambiamenti di valore. Infine anche la domanda del mercato risulta essere un aspetto influente.

Convertitore di valuta online

tasso di cambio moneyUno degli strumenti più interessanti per chi desidera conoscere il valore di una valuta straniera rispetto a quella del proprio paese sono i convertitori online. Oggi se ne possono trovare di diversi e molti sono gratuiti.

Uno di quelli che segnaliamo è il convertitore presente sul sito internet del quotidiano Il sole 24 Ore. Qui è possibile scegliere la moneta di riferimento e quella nella quale si vuole la conversione. Inoltre si può inserire la cifra desiderata e automaticamente comparirà il corrispettivo nella moneta paragonata.

Il cambiamento del valore di una certa valuta implica la conseguente mutazione del tasso di cambio con le monete di altre nazioni.

Per scoprire altre informazioni riguardanti gli investimenti consigliamo la lettura dell’articolo sugli investimenti a breve termine Unicredit. Inoltre se sei interessato a nuovi modi per investire i tuoi risparmi suggeriamo la lettura anche di questi due ebook intitolati:

Ora che sai cos’è il tasso di cambio converti pure tranquillamente il valore dell’euro in quello delle monete di altri paesi!